Skin ADV
Sabato 06 Marzo 2021
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



30 Novembre 2013, 12.00

Adolescenti

Rifiuto delle regole e condotte a rischio

di Annalisa Croci
L'adolescenza un periodo critico, di difficolt personale e con il mondo esterno. Riguarda: identit, ruolo e posto nel mondo, desideri e spinte d'autonomia
 
E’ nella normalità evolutiva dell’adolescente mettere alla prova, sondare il limite, sperimentare quanto è saldo chi lo contiene ed opporsi alle regole; inoltre attuare comportamenti incongruenti, nuovi e spesso rifiuto dell’evidenza.
Quindi l’aspetto che caratterizza questo momento del ciclo di vita è il contrasto con il senso comune, che si verifica con litigi, scontri e continue polemiche.
Tali situazioni possono preoccupare l’adulto, ma sono destinate a risolversi con la conclusione del percorso adolescenziale.
 
I litigi con i genitori e l’aggressività verbale verso di essi si caratterizzano come comportamento fase-specifico, che è nella normalità evolutiva, ma allo stesso tempo può non riguardare tutti gli adolescenti.
Ogni adolescente infatti risponde diversamente all’arrivo del tempo dell’adolescenza, chi in modo manifesto e chi in modo più silente; si avverte comunque un progressivo distacco dai genitori ed una maggiore vicinanza agli amici, interessi personali e alla ricerca di dialogo al di fuori della famiglia. 
 
Talvolta l’adolescente ricerca il limite e spesso lo oltrepassa, diventa preoccupante se il comportamento si tramuta in condotte a rischio, con tale termine si intende: un insieme di comportamenti pericolosi per sè e per gli altri.
In tal caso non si tratta più della contestazione adolescenziale o dell’oppositività alle regole, ma di veri e propri comportamenti che mettono a rischio la vita o che si collocano su un versante antisociale, spesso superando la legalità.

Alcuni esempi: abuso di alcool e sostanze stupefacenti, comportamenti devianti, attività sessuale promiscua o non sicura, guida spericolata, restrizioni alimentari rigide .
Il ragazzo prova e si prova, si mette a confronto rispetto a situazioni nuove, che sono più complesse e rischiose di quanto gli sembrano inizialmente, fino a non essere in grado di auto tutelarsi, spingendosi a livelli troppo gravi per contenersi.
 
L’adolescente in questi casi esprime un disagio agendo e spesso non è più in grado di controllarsi; sembra essere sordo rispetto ai richiami del mondo esterno, lontano dalle preoccupazioni di chi lo circonda, non più consapevole della vulnerabilità del corpo, tanto da agire anche su di esso.
 
È necessario osservare sempre il ragazzo e la sua crescita, quando si sta allontanando eccessivamente dalla famiglia, se alcuni comportamenti possono sembrare “molto“ insoliti. Per esempio può essere utile osservare se cambia drasticamente le abitudini, se ha un calo scolastico, se rifiuta i richiami ed è eccessivamente aggressivo.
 
Quindi intervenire e aiutare il giovane, spesso mettendo in campo anche risorse esterne alla famiglia, ma che possono fornire sostegno in tali momenti di difficoltà sia al ragazzo che ai genitori.

Dott.ssa Croci Annalisa
PSICOLOGA
Via della Ferrovia 13, Gavardo
Cel. 3342357696
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
13/11/2012 08:00
Gli adolescenti ancora sorridono L'adolescenza una malattia? Chiedono spesso i genitori in occasione di proposte formative rivolte a loro. Ci risponde Mariella Bombaridieri.

20/11/2020 10:02
Save the Children: 1 miliardo di minori vittime di soprusi La pandemia ha esasperato le disuguaglianze, mettendo ulteriormente a rischio la vita, la salute e il futuro dei bambini, soprattutto nelle aree pi povere del mondo. Necessaria un'azione coordinata e uno sforzo straordinario per non perdere una generazione di minori

03/11/2013 09:00
La voce di Carly Carly ha solo 16 anni ma fa gi parte di queste persone destinate a cambiare il mondo. E' una ragazzina autistica e riesce a comunicare il suo mondo con l'esterno grazie al computer e il suo blog ha dato la speranza a migliaia di persone

30/05/2014 08:45
La potenza della ciliegia C'è un frutto che lega strettamente bambini e adulti nel mondo delle favole e dei desideri, è la ciliegia. La primavera non è primavera se non trova energie per farsi riconoscere


11/05/2013 09:05
Tra l'essere e il niente "Il mondo della matematica, il mondo non della religione (idee), il mondo la religione (idee), il mondo non la matematica"



Notizie da Pillole di psicologia
17/02/2021

Dipendenza da caffè

Nel manuale diagnostico dei disturbi mentali, tra i disturbi legati alle dipendenze, è inserita la dipendenza da caffeina. Ma di cosa si tratta e come poterla gestire?

22/11/2020

Bambini ancora senza diritti e infanzia inascoltata

"Non riesco a immaginarmi come sar da grande". "Ci stanno mettendo paura. Ma tutti hanno paura del futuro"... E non sono i bambini del Covid


07/10/2019

Mamme tigri e figli stressati

La “mamma-tigre” è ormai una metafora nota. Descrive un modello educativo materno che, negli ultimi anni, si è diffuso anche da noi.

27/03/2015

Dall'uso di Internet alla dipendenza da Internet

Oggi l’accesso alla rete è sempre più facile e frequente, riguarda adolescenti, adulti e persino bambini. Come riconoscerne gli eccessi?


20/02/2015

Gli uomini pensano solo al sesso? E' colpa dell'evoluzione

A spiegare perché è uno studio che arriva dalla Norvegia

07/12/2014

Nutrizione ed evoluzione personale, quale connessione?

Gianpiero Rossi ci ha già accompagnato nell'analisi del nostro rapporto di tipo emozionale col cibo. In questo caso si sofferma invece sugli aspetti più propriamente nutrizionali


09/11/2014

Il Potere Metabolico dell'Integratore C - Consapevolezza

La Consapevolezza ha un profondo impatto sul corpo umano


28/10/2014

No alla coppia «sfogatoio»

Evita di riversare sul partner tutti i tuoi problemi di lavoro e proteggi la coppia dai fatti che non la riguardano, o la magia della relazione verrà meno

18/09/2014

La donna in menopausa

La menopausa indica il termine della fertilità e della capacità di concepire, è associata generalmente a cambiamenti importanti del fisico e del benessere psicologico, che possono alterare la routine della vita quotidiana

28/08/2014

Dai spazio alle intuizioni: «illuminano» il cervello

Le intuizioni sono "doni" del cervello che spesso vengono ignorati; se ascoltate possono migliorare la qualità della nostra vita



  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier