Skin ADV
Domenica 20 Ottobre 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



29 Agosto 2019, 07.51

Equilibrio

Come prendersi cura delle ginocchia

di red.
C’è il gomito del tennista ma anche il ginocchio del corridore. Gli anglosassoni lo chiamano “runner’s knee”, una tra le condizioni dolorose più frequenti in chi pratica abitualmente jogging

Il dolore può essere acuto o sordo, il ginocchio si può gonfiare o meno, si può sentir male sotto o intorno la rotula. Ma al ginocchio del corridore si può porre rimedio e soprattutto si può provare a prevenirlo.
Un’avvertenza per coloro che con la bella stagione sono soliti scendere in pista per dedicarsi al jogging.

La corsa fa bene o male alle ginocchia?
L’abbiamo chiesto al dottor Piero Volpi, responsabile di Ortopedia del ginocchio e traumatologia dello sport dell’ospedale Humanitas.
«Se praticata con criterio la corsa è un ottimo tipo di esercizio fisico che può far bene a tutto l’organismo, articolazioni comprese. Ma essendo un’attività fisica d’impatto, a determinate condizioni, anche il semplice jogging può far male alle ginocchia».

Un primo fattore di cui tener conto è naturalmente l’età: «Fino ai 40 anni la corsa è praticabile senza eccessivi rischi.
È uno sport che si può praticare a livello amatoriale con facilità: basta avere del tempo libero e un luogo in cui correre, non c’è bisogno di strutture attrezzate o di particolari strumenti».

Cosa consigliare a chi vuole mettersi “in corsa” per prevenire dolori articolari al ginocchio?
«Tutto ciò che accresce l’impatto tipico della corsa diventa un possibile fattore di rischio per le ginocchia. Per questo è fondamentale scegliere le scarpe giuste, che siano confortevoli; altrettanto importante è il terreno su cui si correre. L’asfalto o il cemento non sono l’ideale perché non danno ammortizzazione a differenza di terreni più morbidi, che sono quindi da preferire».

Infine il peso corporeo: «Il rischio di provare dolore al ginocchio sale se il corridore è in sovrappeso: il carico e l’impatto che le articolazioni come ginocchio e anche, ma anche la colonna vertebrale, subiscono è più rilevante», sottolinea lo specialista.

Da non sottovalutare il riscaldamento: «Riscaldare i muscoli che sostengono il ginocchio può far bene per la prevenzione del dolore al ginocchio, ma la chiave è sempre di tipo meccanico. Comunque un po’ di riscaldamento mirato agli arti inferiori prima di correre può aiutare i runner».

Il National Health System inglese consiglia alcuni esercizi, ad esempio piegamenti sulle ginocchia spalle al muro con le gambe leggermente divaricate; contrazioni dei muscoli delle cosce alzando una gamba alla volta seduti su una sedia (15 secondi per ciascuna gamba); squat e affondi.

Cosa fare se si avverte dolore alle ginocchia?
«Il dolore è una spia di qualcosa che non va. La prima cosa è fermarsi immediatamente e rivolgersi a uno specialista. Dopo gli esami, e gli eventuali trattamenti, si potranno indossare nuovamente le scarpe da corsa anche se l’indicazione sarà probabilmente quella di praticare jogging in maniera più blanda».

L’età, si diceva. Se per gli adolescenti la corsa è un buon modo per far movimento – «anche se l’ideale sarebbe associarla a un altro tipo di attività fisica aerobica come il nuoto per avere uno sviluppo più armonioso del corpo, senza dimenticare gli arti inferiori», aggiunge il dottor Volpi – superati i 40 anni la corsa comincia a essere controindicata.

Lo conferma il dottor Enrico Arnaldi, responsabile di Ortopedia Artroscopica e Ricostruttiva del Ginocchio di Humanitas: «La corsa con l’avanzare dell’età non è la forma di attività fisica migliore. Il ginocchio comincia a subire uno stress biomeccanico maggiore soprattutto se le condizioni fisiche della persona non sono ottimali.
L’essere sovrappeso o l’essere fuori allenamento sono ulteriori fattori di stress per le ginocchia di una persona di mezza età, così come avere le ginocchia in uno stato non ottimale».

Cosa rischiano le ginocchia a questa età se si pratica la corsa?
«Crisi dolorose e scompensi di tipo biomeccanico che saranno più acuti se il menisco sarà già deteriorato o le cartilagini usurate. In questo caso – risponde il dottor Arnaldi – il sovraccarico sull’osso sarà maggiore e potrà innescare un processo artrosico degenerativo».

Per salvaguardare la qualità delle ossa, e dunque prevenire l’osteoporosi, la corsa può andar bene ma fino a una certa età: «Correre quando si è più giovani è sicuramente una buona strategia preventiva per l’osteoporosi, anche se non è l’unica. Il “cambio di passo” deve avvenire più avanti con gli anni: superati i 45 anni meglio appendere le scarpe da corsa al chiodo e indossare comode calzature da trekking o semplici scarpe da ginnastica per fare delle passeggiate, oppure salire in bici e pedalare.
Così si farà esercizio fisico di tipo aerobico salvaguardando allo stesso tempo la salute dell’apparato scheletrico, ginocchia comprese», conclude il dottor Arnaldi. (Humanitasalute)

fonte: riabilimed.it
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
21/06/2013 10:30:00
Villa Carcina: sgomento per la tragedia sul Garda Il paese è in cordoglio per la tragica scomparsa del 20enne ivoriano Abudraman Coulibaly, residente da poco più di un anno a Villa Carcina, alla continua ricerca di un impiego e ieri inghiottito dalle acque del lago a Salò

20/06/2013 10:36:00
Annega a Salò un 20enne di Villa Carcina Ieri verso le 18.30 Aboudraman Coulibaly si trovava con il padre e i fratelli sul lago di Garda, quando d'improvviso è scomparso. Dopo un'ora e mezza di ricerche il corpo senza vita è stato ritrovato a 30 metri di profondità

11/04/2013 15:05:00
Da Salò spacciava marijuana anche in Valle E' stato arrestato il 41enne operaio che nella sua abitazione in riva al Benaco nascondeva 1,5 kg di marijuana già suddivisa in bustine per il mercato tra Garda, Valtrompia e Valsabbia. Forti sospetti che nelle stesse aree coltivasse anche piantagioni dello stupefacente

10/10/2014 13:50:00
«Profumi di mosto» invadono la Valtenesi Torna uno tra i più suggestivi ed importanti appuntamenti enograstronomici della provincia di Brescia domenica 12 ottobre in Valtenesi

17/10/2014 18:00:00
Ciclismo nella Bassa e podismo sul lago di Garda Domenica a Verolaveccchia è il turno della 100 Minuti in MTB aperta a tutti gli Enti della Consulta Ciclismo. A Puegnago del Garda la corsa podistica Camminata tra i Castagni



Notizie da Salute
26/11/2018

Caduta dei capelli: dormire poco e male tra le possibili cause

La caduta dei capelli è un problema che affligge molte persone e che può  dipendere da cause alle volte molto diverse e lontane fra loro

21/11/2018

Decreto vaccini, ecco cosa ne pensa il Moige

Farmacovigilanza attiva, fine dell’obbligo e coinvolgimento delle famiglie. Queste le richieste del Movimento Italiano Genitori al nuovo Parlamento

20/11/2018

Poliambulanza: sostituita con una sola puntura venosa una protesi mitralica danneggiata

Per la prima volta in città e provincia, nel reparto di Cardiologia di Fondazione Poliambulanza, è stato eseguito un intervento di “Valve in Valve”

10/06/2015

Una serata a Polaveno per le emergenze mediche

Organizzata per giovedì 11 dalle 20 alla sala polivalente di San Giovanni, la serata verterà sul tema delle emergenze mediche e delle manovre salvavita 

08/06/2015

Un ecografo per il Consultorio

Dopo aver provveduto a dotare di un ecografo le sedi di Concesio e di Sarezzo, Civitas ha concretizzato la possibilità di fornire un apparecchio ecografico anche per la sede del Consultorio Familiare di Lumezzane

08/06/2015

Gestisci le abitudini, se vuoi dimagrire

Se sei un essere umano e non un robot, hai anche tu delle abitudini. Alcune di queste abitudini ci piacciono, mentre altre ci assillano perché sono nocive, non si perdono facilmente e fanno fallire moltissimi metodi per dimagrire

08/06/2015

Un incontro sul futuro dell'ospedale triumplino

Nel tardo pomeriggio di questo martedì, la Comunità Montana si apre al dialogo con i cittadini e le associazioni socio-sanitarie, per parlare del futuro del presidio ospedaliero di Gardone 

02/06/2015

Al Primo Levi i videoambasciatori di Avis

Vincitori del concorso provinciale «Voglio farlo anche io» sono gli alunni della IV Bps dell'istituto saretino, premiati per il loro video-selfie 

25/05/2015

La presenza mentale, non solo col cibo

La «presenza mentale» va sviluppata non solo a contatto con il cibo come rimedio per chi rischia di non percepire né la qualità né la corretta quantità

24/05/2015

Quanto è importante lo screening

Caro direttore, alcuni giorni fa mi sono recato presso gli Spedali Civili di Brescia per effettuare il periodico controllo semestrale (follow-up in termine medico) che eseguo dal 2011 anno in cui mi operarono per un tumore al retto...

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier