Skin ADV
Sabato 06 Marzo 2021
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE






27 Dicembre 2014, 14.55

Terza pagina

Essere altro da sé significa essere nulla 1.3

di Dru
Oggi vi spiego, parola per parola, cosa dice il titolo del mio racconto di filosofia: essere altro da sé significa essere nulla

1)L’essere è (significa) ciò (tutto)  che non è nulla.

2)L’essere altro è (significa) ciò che non è sé stesso.

3)L’essere altro da sé è (significa) ciò che è di sé stesso il nulla.

4)Significa
è (significa) essere.

5)L’essere nulla
è (significa) il non essere (il non significare) sé stesso, ciò che non riesce infine ad esserlo.
Il sé stesso è il principio d’identità di qualcosa con (principio d’identità), l’essere altro da sé è la contraddizione (principio di (non) contraddizione).

Consideriamo qualcosa (tutto), consideriamo la guerra.
e diciamo…
La guerra non è la guerra
La guerra, nel soggetto del giudizio appena esposto, è qui l’essere guerra e qui, in specifico, la guerra è innanzitutto qualcosa, ciò che non è nulla (1).

Il pensiero che concepisce l’errore è l’errare del pensiero, il pensiero erra quando vuole che qualcosa non sia sé stesso, quando vuole che l’essere sia nulla, cioè vuole che  l’essere sia altro da sé (3).

In “la guerra non è la guerra” il nulla è dato dal fatto evidente che il predicato (tutto) nega il soggetto (tutto), quindi il giudizio dà notizia di  un tutto (in questo caso specifico la guerra) che non è tutto ( in questo caso specifico “non è la guerra”).

In questa contesa del predicato al soggetto il pensiero si ferma e riflette che tra i due, predicato e soggetto, vi è equipotenza e il giudizio non si risolve che in nulla, i due stanno come due galli in contesa e sembra che non vi sia alcuna soluzione alla verità del giudizio.
Il soggetto qui è un essere, quell’essere che è espresso dalla guerra ed è qualcosa.

Il predicato qui è un essere, quell’essere che è espresso dal “non è la guerra”, cioè non è tutto ciò che è guerra ed è qualcosa.
Ho preso ad esempio specifico la guerra, dell’identità e non contraddizione universale che viene espressa da l’ essere è (principio d’identità) e l’essere non è il non essere (principio di non contraddizione), perché in Vallesabbianews spesso e volentieri si mostra una morale astratta che non comprende cosa sia  la guerra.
 
 Dicevamo, l’essere altro da sé significa essere nulla.
 
Nel giudizio “la guerra non è la guerra” il soggetto, qualcosa,  vuole essere il predicato, qualcosa d’altro da sé, e nel caso specifico tutti riconosciamo la contraddizione perché è esplicita, la guerra vuole essere tutto ciò che non è guerra.
 
Il giudizio è falso e noi ci sentiamo al sicuro da esso, almeno sul principio (=sulla causa) di tutto, cioè sul principio di non contraddizione.
Ma il giudizio è, la filosofia qui dice in sé,  un essente e come tale non è nulla è qualcosa.

La filosofia qui dice: la contraddizione esiste, ciò che non esiste è il suo contenuto.
(La follia esiste, l’errare esiste, l’errore esiste , eccome, e vi mostrerò che esiste a tal punto che ogni volta che pensate alla guerra, come quando pensate a qualcosa, voi non pensate alla guerra, ma della guerra, del qualcosa, pensate il nulla.)

Ma tutto questo (che è già qualcosa) se il buon Vallini avrà ancora pazienza e coraggio...
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
02/03/2014 09:07
La filosofia nasce grande con Anassimandro 1.4 Si tratta ora di comprendere che il significato del dolore e dell'angoscia, al quale si riferisce il pensiero filosofico, è essenzialmente connesso al modo in cui la filosofia, sin dall'inizio, pensa  l'"essere" , il "nulla", il "divenire"

08/02/2015 16:00
Essere nulla 2.1 Le cose sono altro da sé, questo  è il significato del "nulla": il pensiero Occidentale, fin dalle sue origini, così pensa le cose...

23/05/2013 09:00
La filosofia e il suo fondamento Ci che assolutamente scontato invece per la filosofia ci che messo in discussione. Filosofare altro dal sostenere una tesi, una fede, un'ideologia...

28/03/2015 07:31
Capire significa approfondire Questa fondamentale parte del discorso severiniano è dedicata ai molti che si affidano fideisticamente alla ragione della filosofia contemporanea e ai relativisti ingenui

19/02/2014 09:27
La filosofia nasce grande con Anassimandro 1.2 Ma se la cura della verità è un rivolgersi al tutto allora la tesi di Aristotele  secondo cui la filosofia all'inizio è semplicemente una fisica non va accettata



Notizie da Cultura
25/11/2020

Violenza sulle donne, emergenza non percepita

La pandemia, con il confinamento obbligato in casa, ha fatto aumentare i casi di violenza contro le donne, che nella maggioranza dei casi violenza domestica

01/07/2020

L'urgenza di sostenere la famiglia e la scuola

Per quanto terribili siano le esperienze traumatiche, è possibile che esse ci diano nuove risorse e capacità di adattamento. Lo confermano molte ricerche sulla resilienza, che è resistenza e perseveranza


12/06/2020

Attenzione ai filtri d'amore

Nella nostra cultura sempre più dominata dal pensiero scientifico, matematico e sperimentale, le pratiche magiche sono generalmente considerate prive di fondamento, se non addirittura fraudolente


12/05/2020

Una rilettura sapienziale dell'esperienza vissuta

È quanto chiede il Vescovo di Brescia, mons. Tremolada alle comunità della diocesi nel camino di ritorno alla normalità della vita delle parrocchie dopo la dura esperienza della pandemia

08/05/2020

Vota i tuoi Luoghi del Cuore

FAI e Intesa Sanpaolo invitano i cittadini a partecipare alla decima edizione del censimento che mira a premiare i luoghi più votati - per ora solo via web - e a promuoverne gli interventi e i progetti di valorizzazione

27/04/2020

«Libericomelaria», quasi sei ore di diretta no-stop che ci ha scaldato il cuore

Oltre ai tantissimi ospiti i contenuti straordinari che ci hanno voluto regalare Omar Pedrini, Cisco ed Irene Grandi hanno impreziosito la giornata.

23/04/2020

A chi non piace il 25 Aprile

C’è chi propone di abolirlo, perché lo ritiene divisivo, senza significato. C’è chi da sempre vorrebbe eliminarlo, per cancellarne la memoria, perché fastidioso o peggio ancora “di parte”. Quest’ultimo è l’unico vero motivo che ci porta a festeggiarlo ogni anno. La Liberazione è una festa “di parte”, ed a buon merito anche.

12/04/2020

Un augurio di Pasqua

La Pasqua non è semplicemente una festa tra le altre feste, è "la festa delle feste", è "la festa per eccellenza"

06/02/2020

Gli oracoli

Cos’è esattamente un oracolo? Strana domanda, la cui risposta è nascosta dai veli del tempo


14/01/2020

Al via la nuova stagione della Collezione Paolo VI

Dalla mostra di Floriano Bodini ai cicli di incontri di OperAperta, Lògos e Registi dello Spirito, dai nuovi progetti alla collettiva dei finalisti del Premio Paolo VI per l’arte contemporanea

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier