Skin ADV
Sabato 28 Maggio 2022
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



02 Febbraio 2014, 09.38

Animali

Bocconi avvelenati: il pericolo non è solo in Valtrompia

di Erregi
Dopo il sorprendente aumento dei casi di cani avvelenati, registrati soprattutto in Alta Valle Trompia e qualche tempo fa, recentemente anche la Franciacorta sta vivendo una situazione simile. Bocconi e polpette al veleno sarebbero i responsabili, ma c' anche chi accusa i diserbanti
 
Al confine tra la Valtrompia e la Valsabbia, un po' sul territorio di Collio e un po' su quello di Bagolino, molti sembravano convinti che la moria di cani avvelenati dai bocconi tossici fosse la conseguenza di una 'guerra' tra cacciatori rivali, ma ora la tendenza pare essersi spostata in Franciacorta.
 
Gussago e Rodengo, infatti, nei giorni scorsi sono stati protagonisti di avvenimenti simili a quelli che, qualche tempo fa, accadevano con spaventosa regolarità anche nella zona del Maniva: polpette e bocconi al veleno che provocano gravi danni, o la morte stessa, ai cani di zona.
 
Alcuni si sono salvati, altri sono morti dopo molte sofferenze e non sembra, peraltro, esserci una costante: non tutti i padroni frequentavano uno stesso parco o un bosco, segno che i bocconi alla stricnina e al cianuro, si possono trovare, potenzialmente, ovunque.
 
Ci si sposta geograficamente, ma alcuni restano convinti, anche in questo caso, che la responsabilità si possa ricondurre ai cacciatori di cinghiali che, per eliminare predatori come le volpi, avrebbero disseminato i bocconi chimici.
 
Ma com'era difficile credere in Valtrompia e Valsabbia che un cacciatore rischiasse anche il proprio cane, addestrato e caro, in entrambi i sensi, è difficile anche in Franciacorta non notare la contraddizione. Secondo alcuni, infatti, potrebbe anche essere colpa dei diserbanti o di possibili ladri che vogliano eliminare i cani da guardia o, ancora, di vicini dispettosi e rancorosi.
 
In ogni caso la strada migliore da percorrere, ovunque ci si trovi, è quella di non perdere mai di vista il proprio Fido, controllando che non mangi nulla di anomalo e ai primi sintomi di disturbo gastrointestinale, vomito e tremore diffuso, portarlo in una clinica veterinaria, perché la tempestività è fondamentale per provare a salvare l'amico a quattro zampe.
Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
07/11/2013 10:45
Bocconi avvelenati: l'appello di Collio e una taglia di Aidaea La zona di Collio e del Maniva sono disseminate di esche avvelenate, che sinora hanno portato alla morte alcune decine di cani. Per trovare i responsabili si mossa anche un'associazione animalista mettendo una taglia di 5.000 euro

10/03/2012 09:30
Marzo gratis dal veterinario per cani e gatti In questo mese marzolino torna per la settima volta la "Stagione della prevenzione" con la possibilit di far fare una visita veterinaria a cani e gatti su tutto il territorio nazionale

14/11/2013 10:18
Primi esposti per i cani avvelenati Nel fine settimana saranno depositate tre denunce a carico di altrettante pesone delle oltre sessanta segnalazioni giunte all'associazione Animalista Aidaea che aveva messo una taglia sugli avvelenatori

03/08/2012 10:30
Il Gobbia avvelenato dopo l'incendio alla Pbb Nella notte tra sabato e domenica un corto circuito ha scatenato l'incendio presso la ditta lumezzanese specializzata in galvanica. Acqua degli idranti e sostanze chimiche sono penetrate nel sottostante torrente Gobbia

17/08/2012 09:30
L’amore (per gli animali) non va in vacanza Estate e animali domestici: un problema sopravvalutato la cui soluzione, ormai, alla portata di tutti e propone diverse alternative, dalle pensioni per cani e gatti alle spiagge aperte agli amici a quattro zampe



Notizie da Cronache
06/04/2022

Mani sui pascoli

Anche una malga valsabbina in concessione a una cooperativa laziale gi al centro di indagini per truffe in ambito agricolo

21/10/2021

Lieve scossa di terremoto

Si è avvertita questa mattina (giovedì) alle 11.24 nella bassa Valsabbia e Valtrompia. Epicentro fra Agnosine e Caino


25/08/2021

La truffa corre lungo il filo

Attenzione, dalla Polizia di Stato le raccomandazioni su episodi che si stanno intensificando e che prendono di mira soprattutto gli anziani

30/07/2021

Cade dall'albero, vola in elicottero

Stava sistemando la "posta" quando ha perso l'equilibrio ed è caduto per circa sei metri. Se l'è cavata con un ricovero in codice giallo al Civile di Brescia


17/06/2021

Disperso verso Paio

Un turista cremonese si perso mentre tornando dalla Corna Blacca cercava di raggiungere la Capanna Tita Secchi. E' stato recuperato con l'eliambulanza

31/05/2021

Colpito da un albero precipita nel torrente

Se l’è vista davvero brutta il 70 enne che a Valpiana Costorio stava tagliando un albero. A trarlo d’impaccio i Vigili del fuoco e gli uomini del Soccorso alpino

28/05/2021

Milano, i quartieri migliori in cui cercare casa da studenti

Milano, ogni anno, catalizza a sé molti studenti provenienti da ogni parte d'Italia

15/04/2021

Droga in casa, scattano le manette

E' successo a Lumezzane, coi carabinieri che ahnno rinvenuto la sostanza stupefacente grazie al supporto di un cane antidroga


03/04/2021

Spostamenti nel weekend lungo di Pasqua

Da sabato 3 a luned 5 aprile, tutta Italia, a prescindere dalla situazione epidemiologica, sar in zona rossa, ma con delle deroghe per le festivit pasquali. Ecco quali

23/02/2021

Brescia zona arancione «rafforzata»

Dalla Regione I dati mostrano che a Brescia evidente una terza ondata: il punto che va aggredito e su cui bisogna intervenire immediatamente

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier