Skin ADV
Martedì 02 Giugno 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

 
 
LANDSCAPE


MAGAZINE





22 Marzo 2015, 09.00

Psicologia & Benessere

Due consigli inaspettati per una digestione efficace

di Gianpiero Rossi
La buona digestione è sempre più difficile in questi tempi. Se non hai ancora colto le dimensioni di questo problema alimentare, allora è il momento di iniziare a seguire il programma. La salute comincia nel tratto digestivo.

Potresti mangiare il cibo più sano dell'universo, ma se il sistema digestivo non è pienamente in grado di assolvere il proprio compito di digerire, polverizzare, assimilare ed espellere il cibo – allora non ti avvicinerai nemmeno al tuo potenziale metabolico. 

Tanti problemi di salute dipendono da una cattiva digestione. Il nostro sistema digestivo lavora sodo. E' un grande alleato. Ci ama davvero. Tutto quello che devi fare è mangiare un po' di cibo, farlo scendere lungo l'esofago, limitarti a sederti e dimenticare tutto, mentre il sistema digestivo esegue magicamente il resto.

Lavora da solo a lungo per prendere quel cibo, scomporlo, poi trasformarne una parte in energia, una parte in elementi rafforzanti del corpo, un'altra ancora in varie sostanze, che partecipano virtualmente a ogni reazione chimica nell'organismo umano. Il punto è che vogliamo che il nostro sistema digestivo funzioni a un alto livello peraltro automatico, senza comprometterlo con cattive abitudini come vediamo fra poco.

Se vuoi assicurarti la miglior digestione e metabolizzazione possibile, voglio condividere con te due consigli inaspettati. Definisco tali consigli inaspettati, perchè molto spesso si suggerisce come migliorare con supplementi digestivi di tutti i tipi.

Si tratta di una strategia, che abdica a un potere chimico esterno a te, ma ce ne sono diverse altre che dipendono da te. Quelle che sto per suggerirti, funzionano e anche molto bene. Sono come il denaro nel tuo conto bancario digestivo. Non prendere per oro colato queste parole; provale tu stessa e facci sapere la tua opinione.

Consiglio Digestivo #1 – Fai appello alla reazione del Rilassamento
L'aspetto fondamentale del processo digestivo è la sua programmazione al momento del pasto da parte del sistema nervoso centrale, per funzionare al suo stato ottimale.

Mi riferisco alla predominanza del sistema nervoso parasimpatico. Quando quest'ultimo è più attivo, ti trovi letteralmente nella reazione psicologica del rilassamento e il sistema digestivo è facilitato.

Il sistema nervoso centrale si può dividere essenzialmente in due parti, simpatico e parasimpatico, che sono come lo “yin” (il nero) e lo “yang” (il bianco) del tuo sistema nervoso. E' un concetto molto semplice.

Pensaci per un istante – quando il corpo è stressato, significa che sei minacciata, che ti trovi in una situazione di sopravvivenza e che tutta la tua energia metabolica deve essere convertita in attività per sopravvivere – il che indica una sorta di lotta o fuga.

Durante le situazioni di sopravvivenza, l'evoluzione ha consentito di trovare un modo per allontanare l'energia metabolica da tale strada e dirigerla a braccia, gambe e testa per una reazione rapida, collegata all’istinto. Quando stai lottando nella vita non digerisci bene le tue caramelle gommose o altro. E' una totale perdita di energia metabolica. 

Al contrario, la bellezza si realizza quando ti senti bene e rilassata. Il sistema nervoso parasimpatico passa letteralmente a una piena funzione e predispone il sistema digestivo.

Il punto è questo: se mangi sotto stress, la tua capacità digestiva s'indebolisce. Il flusso sanguigno al fegato diminuisce di ben quattro volte, la produzione enzimatica nel fegato diminuisce drasticamente, l'attività intestinale cala.

Rilassati mentre consumi il tuo pasto
(http://magrapersempre.it/2014/12/16/lo-stress-ingrassa-il-rilassamento-dimagrisce/) .  E' un metabolizzatore naturale. E' il tuo strumento numero uno per un'eccellente digestione.

Consiglio Digestivo #2 – Prendi Tempo
Per rafforzare la digestione, un altro modo efficace è prendersi più tempo per consumare i pasti. Mettila in questo modo: mangiare una grande quantità di cibo in poco tempo è da considerare una fonte di stress per il corpo. Ti è mai capitato di sentire il cibo bloccarsi nello stomaco? Questo perché il tuo corpo era sotto stress e l'attività digestiva, incluse le contrazioni muscolari chiamate peristalsi nello stomaco, si sono fermate.

Il tuo corpo aveva bisogno di aspettare un tempo variabile, da pochi minuti a diverse ore, per tornare a una corretta funzionalità. Ad alcune cose occorre del tempo. La digestione è una di esse. Richiede di andare lentamente. Ama prendersi tempo.

Pensa alle volte in cui hai mangiato un buon pasto in modo rilassato, senza andare di fretta, in cui puoi essere rimasta seduta per trenta minuti o un'ora e il tuo stomaco si sentiva bene e caldo, e il cibo ben digerito. Ecco di che cosa sto parlando. L’integratore T – Tempo un potente aiuto non solo digestivo ma anche per dimagrire. (http://magrapersempre.it/2013/06/13/mangiare-rapidamente-triplica-il-rischio-di-essere-in-sovrappeso/)

Questi sono i veri aiuti per la digestione: Rilassamento e Tempo. Sono entrambi gratuiti. Provali e renditi conto come cambiano la tua capacità di digestione.

Gianpiero Rossi
Psicoterapeuta presso Studio di Medicina Clinica
Lumezzane - tel. 030 82 64 09
Body Mind Center, Salò - tel. 0365 21 318
gprossi2015@gmail.com
www.magrapersempre.it

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
06/04/2015 13:31:00
Altri due nuovi consigli inaspettati per migliorare la digestione Li definisco inaspettati perché molte volte i consigli relativi al miglioramento della digestione si concentrano sul prendere aiuti digestivi e integratori di vario genere. Questi sono un po' diversi

25/01/2014 09:47:00
Dieta vegana: pro e contro Che sia una scelta basata su principi etici o sulla voglia di cambiare alimentazione e stile di vita, la dieta vegana presenta vantaggi e svantaggi che vanno soppesati. Escludere non solo i cibi animali diretti, ma anche quelli indiretti, infatti, potrebbe non essere una scelta sana per tutti

01/01/2015 12:02:00
Che cosa fare se hai esagerato? E adesso? Importante è non colpevolizzarsi e prestare attenzione a quello che ci dice il nostro corpo


05/06/2013 09:00:00
Lo stress ingrassa, il rilassamento dimagrisce In questo secondo post sulle relazioni tra psicologia e metabolismo Gianpiero Rossi chiarisce come ansia, paura, stress limitino il dimagrimento, che invece è favorito da un rilassamento fisiologico e da un saper mangiare lentamente

17/02/2015 08:57:00
Alla ricerca della dieta perfetta Moltissime persone interessate alla nutrizione e salute si convincono che deve esistere una dieta perfetta. Cioè il modo di mangiare perfetto, il sistema nutrizionale ottimale, quel modo di consumare il cibo che supera tutti gli altri approcci



Notizie da Psicologia e benessere
08/06/2015

Gestisci le abitudini, se vuoi dimagrire

Se sei un essere umano e non un robot, hai anche tu delle abitudini. Alcune di queste abitudini ci piacciono, mentre altre ci assillano perché sono nocive, non si perdono facilmente e fanno fallire moltissimi metodi per dimagrire

25/05/2015

La presenza mentale, non solo col cibo

La «presenza mentale» va sviluppata non solo a contatto con il cibo come rimedio per chi rischia di non percepire né la qualità né la corretta quantità

06/04/2015

Altri due nuovi consigli inaspettati per migliorare la digestione

Li definisco inaspettati perché molte volte i consigli relativi al miglioramento della digestione si concentrano sul prendere aiuti digestivi e integratori di vario genere. Questi sono un po' diversi

03/01/2015

Il paradosso dell'abbondanza

L’abbondanza di cibo, che contraddistingue specialmente il periodo delle feste, contribuirà a peggiorare l'epidemia di obesità che colpisce anche noi italiani o a contribuire al nostro sovrappeso

01/01/2015

Che cosa fare se hai esagerato?

E adesso? Importante è non colpevolizzarsi e prestare attenzione a quello che ci dice il nostro corpo


19/12/2014

Come superare indenni le gozzoviglie di fine anno

Nessuno vuole la polizia sul cibo nelle feste natalizie e di fine anno. E, francamente, io per primo non sono interessato a messaggi di moderazione proprio in questi giorni

07/12/2014

Nutrizione ed evoluzione personale, quale connessione?

Gianpiero Rossi ci ha già accompagnato nell'analisi del nostro rapporto di tipo emozionale col cibo. In questo caso si sofferma invece sugli aspetti più propriamente nutrizionali


15/11/2014

Separazione: come ragiscono i figli?

La separazione si configura come evento protratto nel tempo e spesso molto conflittuale. Perché la separazione risulta difficile? I figli risentono della separazione?

18/05/2014

Aiuti e consigli per trattare la depressione/2

Si completa con altri quattro consigli l'articolo dello psicoterapeuta triumplino Gianpiero Rossi attorno al problematico fenomeno della depressione

12/05/2014

Aiuti e consigli per trattare la depressione/1

La prima parte di un articolo dello psicoterapeuta Gianpiero Rossi con alcuni pratici consigli lungo la strada del recupero dal male della depressione

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier