Skin ADV
Martedì 26 Maggio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



14 Ottobre 2014, 07.34

RagazziNews

Usiamo bene il congiuntivo

di Laura
Il congiuntivo, croce e delizia della lingua italiana. Delizia perché è un modo verbale che arricchisce le possibilità espressive della nostra lingua. Croce perché sono pochissimi gli Italiani che sanno usare il congiuntivo con padronanza (Video)

Iniziamo col dire che il congiuntivo è il modo verbale della possibilità, dell’incertezza, del dubbio. In questo senso, il congiuntivo si contrappone all’indicativo, che è invece il modo della certezza, dell’obiettività. Il congiuntivo è pertanto il modo della soggettività e indica che l’evento presentato nella frase non è certo o reale, ma è anzi incerto, ipotizzabile, dubbio, desiderabile, possibile, verosimile, sperato oppure temuto.

Quali sono le regole che ci dicono quando e come usare il modo congiuntivo nella lingua italiana?

In linea di massima, il congiuntivo si usa soprattutto nelle proposizioni subordinate.
Però, non è raro il caso in cui lo si usi anche nelle proposizioni principali. Nelle proposizioni principali, il modo congiuntivo si usa per esprimere:

- Un desiderio o un augurio (congiuntivo ottativo).
Per esempio: “Arrivasse subito quell’ora!”, “Fosse almeno bello!”, “Che il Signore ti protegga!”.

- Un dubbio o una supposizione (congiuntivo dubitativo):
“Che stia per nevicare?”, “Che il congiuntivo sia un modo verbale a rischio di scomparsa?”.

- Un’esortazione, un invito o un ordine (congiuntivo esortativo):
Sii educato: ascoltami solo un minuto”, “Sparisca subito dalla mia vista!”.

- Una concessione (congiuntivo concessivo):
“Siano anche antipatici, sono però gli unici amici che abbiamo”.

Il congiuntivo è anche il modo di molte proposizioni subordinate introdotte da elementi come perché, affinché, che, se, benché ecc. In particolare, il modo congiuntivo si usa con queste categorie di subordinate:
  • Proposizioni finali: “Ti ho scritto affinché tu mi aiutassi”.
  • Proposizioni consecutive: “Bisogna parlare in modo che tutti comprendano”.
  • Proposizioni concessive: “Benché sia un modo verbale importante, il congiuntivo è spesso ignorato nell’italiano parlato”.
  • Proposizioni temporali: “Vendiamo quelle obbligazioni prima che perdano ulteriore valore”.
  • Proposizioni condizionali: “Qualora ci siano difficoltà, dammi un colpo di telefono”.
  • Proposizioni comparative: “Tutto è andato meglio di quanto non sperassi”.

Il modo congiuntivo ha quattro tempi verbali: il presente, l’imperfetto, il passato e il trapassato.

Ecco un divertente video che prende un po' in giro coloro che non usano il congiuntivo:

 

Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
20/08/2014 15:00:00
Inglesismi, ma sono così necessari? Alcune riflessioni nate sotto l’ombrellone, anzi sotto l’ombrello, vista l’estate che non c’è, sulla nostra bella lingua sempre più violentata dall’uso di inglesismi propri

15/09/2014 15:30:00
E o ed? La congiunzione "e" può essere accompagnata da una "d", detta eufonica (perché dovrebbe rendere il suono della frase migliore e più fluido rispetto alla lettura). In realtà, non ci sono confini netti nella scelta di e o ed, ma qualche consiglio può essere utile


07/11/2014 14:00:00
Pandiculazione... cosa significa?! Certo non è facile immaginare un discorso in cui infilare questa parola, anche perché è un po' asettica, e naturalmente le sono preferite alternative più immediate e colorite; ma l'ironia dotta apre ogni porta

24/01/2013 10:00:00
Charlie Cinelli, cantautore bresciano È fra i più conosciuti e apprezzati cantautori bresciani e sa usare la lingua dialettale in modo contemporaneo. Ecco cosa bolle in pentola.

22/04/2013 08:45:00
A Gardone un corso per volontari della Croce Rossa L'apuntamento è fissato per giovedì 2 maggio alle ore 20 all'ospedale di Gardone, dove prenderà il via un corso per chi vuole diventare volontario della Croce Rossa Italiana nell'ambito del primo soccorso



Notizie da RagazziNews
16/06/2015

Un concerto per i «Percorsi musicali»

Un'iniziativa per dare spazio agli allievi della scuola di musica marchenese «Il circolo delle quinte» si terrà dalle 20.30 del 26 giugno all'oratorio



06/05/2015

Mala Educaciòn

Mi capita spesso di incontrare genitori che si lamentano dei figli adolescenti, ma non solo, segnalano anche il disagio per l'utilizzo da parte dei ragazzi di parolacce ad ogni piè sospinto

31/03/2015

Giovani all'opera anche a Lodrino

Approvati anche a Lodrino due progetti per il Servizio Civile 2015. Due sono i posti per il settore assistenza e uno per la cultura 

25/03/2015

Scrittori in erba

Se sogni di vincere, un giorno, il Nobel per la letteratura, questa è l’occasione giusta per cominciare a metterti in luce

21/02/2015

Pierone e il lupo

Domenica 22 febbraio quarto e ultimo appuntamento di Bimbi all’Odeon con lo spettacolo di Pandemonium Teatro, con Tiziano Manzini e Emanuela Palazzi

21/02/2015

La Torre delle Favole invasa dai bambini

Nelle prime due settimane di apertura, la dodicesima edizione della rassegna ospitata nella Torre Avogadro di Lumezzane ha ospitato 600 alunni. Altri 4.500 in arrivo

15/02/2015

A Marcheno, educazione al riciclo

Tra febbraio e marzo, alcuni bambini e ragazzi dell'Istituto comprensivo di Marcheno parteciperanno al progetto "RifiutiAmo i rifiuti"

10/02/2015

Teatro forum per genitori

Giovedì sera alla scuola media Giorgio La Pira, nell'ambito del progetto "Famiglia, Scuola, Ragazzi: una rete di alleati 2.0", si parla di bullismo

10/02/2015

Basta dispetti!

Parola che deriva dal latino. Il significato corrente riguarda un'azione volta a infastidire qualcuno, irritazione, indifferenza, sdegno

15/01/2015

Bimbi all'Odeon

Prenderà il via da domenica 18 gennaio al Teatro Odeon di Lumezzane la rassegna teatrale dedicata ai bambini e alle famiglie.

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier