Skin ADV
Lunedì 19 Aprile 2021
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



07 Agosto 2013, 09.04
Lumezzane
Storie

L'invisibile fatica per costruire la strada delle Poffe

di Redazione
La storia della strada per le Poffe che s'inoltra nelle montagne sopra la localit lumezzanese di Faidana e venne costruita nel 1967 grazie alla volonterosa imprenditoria di Adolfo Simonelli e ai comuni intenti di centinai di proprietari
 
La strada delle Poffe e il lamento-minaccia della sua chiusura se il Comune non interviene a dare una mano al consorzio che l’ha in carico.
 
La sua storia è un cavagnolo di virtù e merita d’essere narrata. La chiusura impedirebbe a quanti (migliaia) non fanno parte del consorzio di salire sulla montagna che offre accesso (non unico) anche all’ultimo tratto che dalla Cocca verso Conche, passando per il restaurato, storico «Hantèl de la Caha», santella dedicata a Sant’Apollonio, prodiga da sempre, di acqua sorgiva.
 
Le Poffe erano raggiungibili attraverso una carrareccia dalla quale si diramavano i sentieri a servire i 350 proprietari d’appezzamenti, case, baite, posti di caccia che la trapuntavano (oggi passano i 400).
 
Negli anni ’60 alcuni proprietari riuscivano a salire con le jeep, come Adolfo Simonelli e Massimo Bossini. Quest’ultimo, per vincere ... l’impossibile montagna, aveva acquistato un gippone americano che, però, su una stretta curva della quasi strada, era finito in un mezzo dirupo.
 
Simonelli doveva scendere, ma la carrareccia era ostruita. Perché non allargare la curva maledetta? No, meglio costruire una strada nuova. Era l’ottobre del 1967. Simonelli s’incarica di raccogliere i primi fondi: rispondono subito dieci imprenditori con 400mila lire l’uno.
 
Quattro milioni, due per l’acquisto della ruspa, due per pagare il ruspista. Burocrazia zero, progetto in mente, misure ad occhio.
 
Inizia l’impossibile avventura. Simonelli è tutto: sovrintendente, direttore dei lavori, progettista in corso d’opera ... Primi scavi, la strada prende corpo, pendenze stimate lì per lì, il fondo è ottimo, grazie alla piccola cava da cui si prelevava terra (quasi) refrattaria per rivestire i forni di fusione.
 
fondi vengono dalle centinaia di proprietari, ma anche dalla forestale e dalla Provincia (una trentina di milioni). C’è molta roccia. Occorre una ruspa più forte.
 
Simonelli corre, controlla, misura, passa sui terreni di tutti, non prima d’avere raccolto l’assenso firmato dei proprietari e alla fine, dopo quattro anni di lavori incredibili, ecco i nove chilometri di strada, con doppio «sfalto», dove agevolmente s’incrociano i veicoli, pendenze alla lumezzanese, salvo rari punti in cui s’inerpicano di più.
 
Costo 250 milioni, meraviglia-miracolo della collaborazione lumezzanese, della burocrazia di là da venire, dell’entusiasmo oggi introvabile merce... 
 
 
Fonte: Egidio Bonomi, "Giornale di Brescia", 6 agosto 2013.
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
14/10/2011 13:21
Continuano i lavori sulla strada per la Vaghezza Fino al 23 del mese, lavori in corso sul tratto di strada che porta in localit Vaghezza, nel comune di Marmentino

05/04/2015 10:00
Polaveno: strada chiusa per lavori in corso È stata comunicata a tutta la popolazione, tramite apposita ordinanza del sindaco, la chiusura di due tratti della Sp 10 per lavori pubblici 

15/08/2013 10:00
Le 35 candeline della strada al Passo del Cavallo Il 12 agosto 1978 venne aperta quella strada provinciale 79 che mette tuttora in comunicazione Lumezzane e la Valtrompia con la Valsabbia, divenendo anche porta d'accesso privilegiata per i bacini lacustri di Iseo e Garda

15/05/2013 10:30
Lumezzane, un cratere di 4 metri in via Montegrappa Rimarr chiuso almeno per una decina di giorni il tratto di strada di via Montegrappa, dove stata scoperta una voragine creatasi sotto il livello stradale per l'erosione dell'acqua, che ha intaccato anche i tubi di elettricit e metano

06/12/2012 11:20
L'esemplare fondo sociale di Lumezzane Funziona ottimamente da diversi anni il fondo della Fondazione "Citt di Lumezzane Onlus" costituito dall'ex sindaco Corli e dall'attuale presidente Massimo Bossini. Un modello di autotassazione interna dei valgobbini per i valgobbini



Notizie da Lumezzane
15/04/2021

Droga in casa, scattano le manette

E' successo a Lumezzane, coi carabinieri che ahnno rinvenuto la sostanza stupefacente grazie al supporto di un cane antidroga


02/12/2020

«Lamby & Franca» cedesi

Franca e Lamberto cedono, vicini alla pensione, la loro storica ed avviatissima attività in Agnosine. L’ideale per chi intende abbinare la vendita di generi alimentari alla preparazione di piatti da asporto


24/11/2020

Vaccinazioni antinfluenziali a Lumezzane

Il Comune ha reso noto le modalità di accesso per i cittadini ultrasessanticinquenni o affetti da malattie croniche o dal medico curante o tramite i servizi offerti da Asst Spedali Civili

29/08/2020

Trovato senza vita

Anche l'ultimo barlume di speranza risultato vano. Il 57enne di Lumezzane che mancava da casa da quattro giorni stato ritrovato, purtroppo senza vita.
Aggiornamento ore 13



02/07/2020

Biker caduto a Sant'Onofrio

Intervento congiunto del Soccorso Alpino della Valle Sabbia e della Valle Trompia per soccorrere un biker caduto sul sentiero 434 fra Nave e Lumezzane

 


11/06/2020

L'urto poi le fiamme

Sequenza terribile per un frontale avvenuto sotto la prima delle gallerie che da Agnosine portano al Passo del Cavallo. Le due persone coinvolte sono state salvate dai primi ad accorrere

15/05/2020

Cromo nel tombino, nei guai imprenditore lumezzanese

Il titolare di una galvanica di Lumezzane è stato denunciato dai carabinieri Forestali per aver sversato Cromo VI nel tombino del piazzale della sua ditta

18/04/2020

Sanzione e denuncia, 46enne nei guai

Viola il divieto di restare in casa e da fuoco ad un bosco sul monte Ladino. Un Lumezzane è finito così nei guai, denunciato dai carabinieri forestali

29/02/2020

Fiamme domate... forse

Il condizionale è d'obbligo: ieri sera, infatti, il rogo ha ripreso a distruggere sopra Mura, anche se sembrava possibile da controllare anche in orario notturno


24/02/2020

Grave dopo la caduta

L’uscita di strada sabato sera, poi il ricovero al Pronto soccorso di Gavardo. Le sue condizioni si sarebbero però aggravate, quindi il trasferimento al Civile

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier