Skin ADV
Lunedì 30 Marzo 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE


 


 



26 Gennaio 2020, 09.45
Lodrino Valtrompia
Alpini

Da Nikolajewka un anelito di pace

di Cesare Fumana
Nella commemorazione a Brescia del 77° della conclusiva battaglia degli Alpini sul fronte Russo, dalle Penne nere il ricordo dei reduci e del loro messaggio ribadito più volte: “Mai più la guerra”

Il 26 gennaio 1943, a Nikolajewka, gli Alpini della Divisione Tridentina scrissero l’ultimo capitolo di una delle storie militari più conosciute dell’Esercito Italiano, l’eroico ripiegamento dal fronte russo durante la 2^ Guerra Mondiale. Un’ultima battaglia per uscire dopo giorni di estenuanti combattimenti dalla sacca dentro cui erano stati chiusi i soldati dell’Asse in ritirata, che vide gli Alpini del 6° reggimento - giunti  per primi  alle porte del paese ucraino – compiere un ennesimo determinante sforzo per consentire il ritorno a casa dei superstiti dell’Armata Militare Italiana in Russia e degli eserciti alleati.

Il loro sacrificio – e quello più in generale di tutti i Caduti - è stato ricordato anche quest’anno a Brescia, presso la scuola Nikolajewka, dove l’Associazione Nazionale Alpini compie ogni anno una commemorazione ufficiale.

Per ragioni anagrafiche i reduci di quei fatti non ci sono quasi più: ce n’era solo uno presente: vigilio Bettinzoli, di 97 anni, di Lodrino.
È toccato quindi ad altri il discorso ufficiale, affidato al past president della Sezione Ana di Brescia, Davide Forlani, che ha ricordato tanti protagonisti di quella battaglia, alpini citati nei libri di memorialistica e personaggi che poi ebbero un importante impegno pubblico.
Tanti anche i valsabbini inquadrati nei battaglioni Vestone e Val Chiese, nomi citati nel libro di Mario Rigoni Stern “Il sergente nella neve”.

Nel suo intervento, il presidente dell’Ana, Sebastiano Favero, ha ricordato l’anelito di pace che è scaturito dal ricordo di quella battaglia, un afflato alla pace e alla convivenza fra i popoli ribadito a gran voce dai reduci delle Seconda guerra mondiale.

Da qui l’impegno solidale delle Penne nere nelle calamità e in progetti di solidarietà, come la stessa scuola Nikolajewka dimostra, il “monumento vivente” delle Penne nere bresciane.

Favero ha ricordato anche il legame nato con Livenka, come oggi è chiamata Nikolajewka, e con la Russia, con l’asilo Sorriso di Rossosch costruito dalle Penne nere, così come il recente ponte di Livenka, a sottolineare un legame di amicizia che deve essere un comune sentire per tutti.

In particolare per i giovani e le istituzioni, a cui gli Alpini vogliono essere da esempio, ricordando il messaggio dei reduci: "Mai più la guerra"!.
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
12/01/2015 16:54:00
Mezzo secolo di vita per gli alpini di Zanano Da sabato 17 gennaio a Palazzo Avogadro la mostra "Schegge di guerra", sabato 31 concerto di canti alpini e domenica 1° febbraio festa di Nikolajewka

24/01/2014 09:00:00
Brescia ricorda Nikolajewka Si terrà questo sabato 25 gennaio a Brescia la commemorazione del 71° anniversario della battaglia di Nikolajewka, un appuntamento molto sentito dalla Penne nere bresciane

27/01/2020 09:45:00
Da Collio a Brescia per Nikolajewka La commemorazione della Battaglia di Nikolajewka (26 gennaio 1943), che si tiene a Brescia ogni anno nella Scuola Nikolajewka edificata dagli Alpini bresciani, è stata onorata da un gruppo di giovani Alpini della Val Trompia e di altri paesi con una marcia notturna da Collio a Brescia

26/08/2012 08:00:00
Tutti gli alpini di Pezzaze di nuovo riuniti a Cascinelle Un rifugio che è tornato allo splendore solo grazie all'interessamento e all'enorme impegno delle penne nere di Pezzaze che, ogni anno, si trovano in località Cascinelle per la festa annuale, apprezzata da tutti

15/05/2015 20:55:00
Penne nere a L'Aquila Numerosi anche dalla Valtrompia gli alpini presenti nel capoluogo abruzzese dove è in corso per l’intero fine settimana la loro 88° Adunata nazionale



Notizie da Lodrino
02/03/2020

Visto dal cielo, ecco lo scempio

Per tre giorni, da mercoledì 26 a venerdì 28 febbraio, il fuoco ha imperversato sulle montagne attorno a Bione e Casto, spingendosi nei territori di Lumezzane, Lodrino,, Mura, Pertica Alta e Marmentino. VIDEO


29/02/2020

Fiamme domate... forse

Il condizionale è d'obbligo: ieri sera, infatti, il rogo ha ripreso a distruggere sopra Mura, anche se sembrava possibile da controllare anche in orario notturno


28/01/2020

Spacciatore finisce in carcere

In casa aveva un grosso quantitativo di hashish, denaro e cartucce calibro 12 detenute illegalmente

13/01/2020

Don Aniello Manganiello, prete di frontiera

Il sacerdote campano, per diversi anni impegnato in una parrocchia del quartiere di Scampia a Napoli, sarà ospite questa settimana di alcune parrocchie e incontrerà gli studenti delle scuole valsabbine e della Val Trompia

29/12/2019

Musica e riconoscimenti per Santo Stefano

Il tradizionale concerto natalizio della banda S. Cecilia di Lodrino è stata l’occasione per l’amministrazione comunale per conferire le borse di studio agli studenti meritevoli

02/12/2019

Gran festa a Lodrino

Il maltempo non ha fermato le manifestazioni in programma per la domenica. Dai mercatini di Natale alla panchina rossa, dalla banda alle leccornie preparate dagli Alpini


12/11/2019

Doppio evento a Lodrino

Una giornata speciale quella di domenica 10 per la comunità lodrinese. Dopo la popolare trasmissione di Teletutto è stata la volta della Madonnina di Invico

04/11/2019

Lodrino ricorda i Caduti

Una pioggia battente e persistente ha accompagnato la sfilata del 4 Novembre, ricorrenza sempre molto sentita dalla comunità lodrinese


09/01/2019

La Nasego sarà di nuovo tricolore

La Fidal si affida ancora ai ragazzi dell'Abcf Comero: per la 3ª volta nella sua storia la grande classica del Savallese è designata sede dei Campionati Italiani di Corsa in Montagna Lunghe Distanze e Km Verticale

27/06/2015

Torna a Lodrino la passeggiata di Avis

Sabato 11 luglio è di nuovo il momento per il «Gir de Ludrì», passeggiata non competitiva organizzata dalla sezione lodrinese di Avis per sensibilizzare al dono



  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier