Skin ADV
Lunedì 01 Giugno 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



27 Gennaio 2020, 09.45
Collio Valtrompia
Alpini

Da Collio a Brescia per Nikolajewka

di Marisa Viviani
La commemorazione della Battaglia di Nikolajewka (26 gennaio 1943), che si tiene a Brescia ogni anno nella Scuola Nikolajewka edificata dagli Alpini bresciani, è stata onorata da un gruppo di giovani Alpini della Val Trompia e di altri paesi con una marcia notturna da Collio a Brescia

Partiti in 18 la sera di Venerdì 24 gennaio da San Colombano di Collio, sono giunti in 30 a Brescia alle 10.00 del mattino successivo, in tempo per la cerimonia di commemorazione del 77° anniversario della tragica battaglia che lasciò in suolo ucraino, sul confine russo, migliaia di soldati uccisi nel corso del combattimento o morti di freddo e stenti in seguito alla ritirata.

Molto significativa quindi l'iniziativa degli alpini Angelo Dolzanelli e Dario Fracassi di Collio di contribuire in forma così rilevante al mantenimento della memoria storica e umana di Nikolajewka, percorrendo a piedi i 46 Km di strada provinciale, con fermate presso i monumenti ai caduti dei 20 paesi e frazioni incontrati sul percorso per deporre un lumino a ricordo e riconoscenza, sempre con il pensiero rivolto al futuro per l'abolizione della guerra, strumento di sterminio e devastazione.

Alla marcia, che i promotori hanno definito "edizione zero della camminata alpina", con la decisione di riproporla negli anni successivi, hanno partecipato singolarmente alpini di Collio, Zanano, Concesio, Bagolino, Nozza, Treviso Bresciano, Vesio di Tremosine, Isorella, Travagliato, alcuni dei quali raccolti lungo il percorso (partiti in 18, arrivati in 30).

Lungo il tragitto il gruppo è stato accolto da commilitoni dei vari Gruppi, che hanno offerto brodo e bevande calde, panini e una pastasciutta alle 4.00 del mattino a Concesio, mentre il presidente sezionale di Brescia, G.Battista Turrini, ha atteso i suoi Alpini a Inzino accompagnandoli fino a Zanano. Molto commovente l'incontro dei camminatori a Brozzo con il reduce Giacomo Vivenzi (Camelì), classe 1913, che quest'anno compirà 107 anni portati con lucidità e ricordo vivissimo della ritirata di Russia.

Di questa prima marcia notturna ideata dagli Alpini di Collio, riportiamo le considerazioni a caldo di Dario Fracassi, complimentandoci con tutti i partecipanti per il senso di appartenenza alla loro associazione d'arma A.N.A., che oggi si fa interprete di un messaggio di pace contro la cultura della guerra. In Fotogallery le fotografie scattate dallo stesso Dario Fracassi.

Marisa Viviani


"Si è conclusa  la nostra edizione zero della camminata alpina che ci ha portato a ripercorrere l'intera  Valle Trompia, da S.Colombano di Collio alla sede ANA di Brescia con il gioiello racchiuso nella Scuola Nikolajewka . Tanti (20) i monumenti ai caduti visitati durante i 46 km percorsi, con numerose e ovvie pause per recuperare le forze e cementare il legame venutosi a creare.

Piacevole sorpresa la presenza del Presidente Sezionale Gian Battista Turrini, che ci ha voluto accompagnare da Inzino a Zanano  per deporre un simbolico lumino in tre monumenti, per tenere acceso il ricordo dei nostri veci nella gelida terra russa del lontano 1943.

Come dicevo, è stata l'edizione zero per le ovvie difficoltà che avremmo potuto trovare lungo un tragitto assai lungo, testandolo  con il giusto numero di appassionati alpini camminatori,  soprattutto nella prima parte sino a Brozzo con alcuni tratti privi di marciapiedi, e pertanto  un doveroso ringraziamento agli automobilisti che hanno prestato la giusta attenzione incontrandoci.

Vedremo di raccogliere tutti i possibili consigli per poter riproporre e rendere più partecipabile una futura edizione. Un grazie particolare all'ideatore Angelo Dolzanelli che ha reso la semplice idea una idea  a dir poco geniale, perché se dopo 77 anni nessuno ci aveva ancora pensato, è segno che un pizzico di pazza nostrana genialità c'è.

E cosa dire dell'incontro con l'ultra centenario "Camelì" di Brozzo, che all'alba dei prossimi 107 anni ha riassunto con limpida e struggente lucidità quel viaggio a ritroso verso la patria natia  scavalcando i cadaveri dei compagni di sventura.

Tanto ci sarebbe da dire, tanti gli alpini che abbiamo incontrato sul nostro percorso che con gli occhi lucidi ci hanno ringraziato per tenere in vita il ricordo dei veci.

Grazie alle sezioni che ci hanno accolto per un riscaldante tè, per un energico brulé, per uno spaziale brodo, per un panino nostrano e un aglio olio e peperoncino da Masterchef all'alba delle 4 del mattino.

Ma soprattutto grazie a chi forse non ci credeva troppo, ma si sa che gli alpini han la testa dura e quando ti dicono che l'iniziativa  è semplicemente "simpatica" metti la testa bassa con il cuore, la testa  e le gambe e  raggiungi l'obiettivo fissato andando oltre le aspettative."

Dario Fracassi


In foto: Alpini Angelo Dolzanelli e Dario Fracassi con altri partecipanti alla marcia notturna per Nikolajewka (foto scattata il 26/1/2020 in occasione dell'inaugurazione della nuova sede del Gruppo Alpini di Bagolino)

Fotogallery (di Dario Fracassi)



Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
26/01/2020 09:45:00
Da Nikolajewka un anelito di pace Nella commemorazione a Brescia del 77° della conclusiva battaglia degli Alpini sul fronte Russo, dalle Penne nere il ricordo dei reduci e del loro messaggio ribadito più volte: “Mai più la guerra”

09/08/2013 10:40:00
Un centenario triumplino ospite d'onore a Collio Stasera alle 19, all'interno della festa alpina, il paese dell'Alta Valle accoglierà Pietro Paterlini, nato l'11 febbraio 1913, reduce della battaglia del 26 gennaio 1943 di Nikolajewka e da anni residente nel comune milanese di Pioltello

24/01/2014 09:00:00
Brescia ricorda Nikolajewka Si terrà questo sabato 25 gennaio a Brescia la commemorazione del 71° anniversario della battaglia di Nikolajewka, un appuntamento molto sentito dalla Penne nere bresciane

11/01/2013 09:15:00
Nikolajewka 70 anni dopo Prendono il via sabato a Brescia le iniziative per commemorare la tragica campagna degli alpini in terra di Russia. Domani l'inaugurazione di due importanti mostre.

03/04/2013 09:40:00
Le «Franchigie» degli studenti valgobbini per Nikolajewka Stanno per essere spedite alle Istituzioni italiane le cartoline illustrate dagli studenti di Lumezzane in memoria di Nikolajewka per il progetto "Franchigie dal Passato Prossimo Futuro". Poi la mostra in occasione del 90° anniversario degli Alpini lumezzanesi



Notizie da Valtrompia
28/05/2020

I sette di Montagna che avanza

“Montagna che Avanza è il gruppo, prendersi cura è il motto!” così si presentano su Instagram, social su cui è molto vivo il progetto

23/05/2020

Multinazionali estere a Brescia

L’analisi, realizzata dall’Ufficio Studi e Ricerche Aib, ha riguardato le realtà manifatturiere, società di capitali, con fatturato superiore a 1 milione di euro, comprendendo partecipazioni di controllo e minoritarie (ma sopra il 25%). In provincia sono 103 le imprese locali a partecipazione estera, con un volume d’affari di 3,6 miliardi di euro

18/05/2020

Fase 2 bis in pillole

Da questo lunedì 18 maggio riprendono in tutta Italia gran parte delle attività commerciali aperte al pubblico. In Lombardia permangono alcune restrizioni. Tornano anche le messe coi fedeli.

17/05/2020

«Uno sguardo sul territorio»

Dal Civile alla Poliambulanza, passando per AiutiAMOBrescia. Facciamo il punto coi protagonisti. E’ la proposta “Made in Caino” con uno sguardo sull’itera provincia. Questo lunedì sera in diretta su Youtube

12/05/2020

Ritornano le messe con i fedeli

A partire da lunedì 18 maggio sono di nuovo ammesse le celebrazioni con la presenza dei fedeli, rispettando le indicazioni del Protocollo firmato fra Governo e Cei. Ulteriori indicazioni dalla diocesi

12/05/2020

Una rilettura sapienziale dell'esperienza vissuta

È quanto chiede il Vescovo di Brescia, mons. Tremolada alle comunità della diocesi nel camino di ritorno alla normalità della vita delle parrocchie dopo la dura esperienza della pandemia

09/05/2020

Pasini: «Covid-19 e infortunio sul lavoro: una norma gravissima e anti-impresa»

La legislazione di emergenza epidemiologica da Covid-19 contiene una norma (art. 42, d.l. 18/2020) che equipara l’infezione da Coronavirus ad infortunio, se contratta in occasione di lavoro

09/05/2020

Ok a manutenzione e cura dei capanni da caccia

Una nota della Prefettura di Brescia conferma che fra le attività consentite nella Fase 2 rientrano anche quelle di pulizia delle aree degli appostamenti da caccia

09/05/2020

Sì agli sport individuali

La nuova ordinanza di Regione Lombardia consente fino al 17 maggio di praticare gli sport individuali all'aperto e all’interno di centri sportivi

08/05/2020

Vota i tuoi Luoghi del Cuore

FAI e Intesa Sanpaolo invitano i cittadini a partecipare alla decima edizione del censimento che mira a premiare i luoghi più votati - per ora solo via web - e a promuoverne gli interventi e i progetti di valorizzazione

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier