Skin ADV
Domenica 04 Dicembre 2022
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



16 Ottobre 2021, 16.00

Blog - Glocal

In vacanza col trinomio turismo-salute-sicurezza

di Valerio Corradi
È presto per un bilancio generale del turismo 2021, ma è possibile riflettere su alcune novità osservate nei mesi estivi. Vediamone alcune

L’andamento dei macro-indicatori ha confermato le stime che prevedevano un deciso miglioramento dei movimenti turistici e del volume d’affari del settore rispetto alla stagione 2020. Tutto ciò in un quadro che ha visto una quota consistente di persone trascorrere le vacanze all’interno dei confini nazionali a dimostrazione di quanto sia ancora vivo il timore di esporsi a situazioni di contagio, soprattutto in altre aree del pianeta, e quanto pesino, come disincentivi, le limitazioni non omogenee stabilite dai paesi di partenza e di arrivo (tamponi, quarantene, pass).

A tali aspetti è probabilmente correlata anche la faticosa risalita delle presenze turistiche straniere, che ha conosciuto risultati alterni nelle diverse località. Nel complesso, alla contenuta quota di visitatori nelle città d’arte, ha fatto da contraltare la riscoperta di molte località “minori” del Belpaese, in uno scenario nel quale il ruolo guida è stato mantenuto dalle località di mare, di lago e di montagna raggiunte in prevalenza con mezzi privati (auto, moto, camper), con ricadute sulle reti viabilistiche locali (nel Bresciano si pensi solo alle criticità di vie turistiche come la Gardesana occidentale).

Sotto il profilo delle imprese turistiche, in non pochi casi si è assistito alla cessazione di attività o a riaperture solo parziali. Non sono comunque mancate indicazioni positive da parte delle strutture ricettive che hanno investito in progetti di riqualificazione degli spazi e dei servizi; scelta che ha consentito di disporre di strumenti aggiuntivi per tornare a creare valore.

L’estate 2021 ci consegna un turismo nel quale la questione della sicurezza è stata (ed è) sempre più centrale, non solo per i rischi connessi al Covid ma anche per la tutela dell'incolumità di tutti coloro che trascorrono periodi di vacanza o che vivono in località turistiche.

Aspetto quest’ultimo, riproposto con forza da alcuni episodi di cronaca (es. incidenti nautici, inefficienza dei sistemi di trasporto e stradali) che hanno toccato da vicino anche il contesto bresciano. Il trinomio turismo-sicurezza-salute è sempre più stretto e dovrà essere pensato alla luce delle molte vulnerabilità che affliggono quote crescenti della popolazione e dei rischi ambientali. Il turismo post-Covid guarda con convinzione alle potenzialità del turismo a contatto con ambienti naturali e sani, come certificato anche dalle nuove guide specializzate (es. Italia all’aria aperta) predisposte da autorevoli circuiti come Gambero Rosso.

Un aspetto “di tendenza” ha riguardato la sempre più marcata diffusione di forme miste di turismo-lavoro, con lo smart working che è stabilmente entrato nella abitudini dei turisti e nei pacchetti d'offerta di varie strutture. Questo nuovo modo di concepire la vacanza ha riproposto la sfida della destagionalizzazione dell’offerta, fino ad oggi raccolta da pochi operatori.

Un altro aspetto cha forse sarà ricordato dell’odierna stagione turistica è l’estensione (incentivata dall’esonero fiscale e dall’esigenza di recuperare i mancati fatturati) delle superfici all’aperto (es. plateatici) di pertinenza di bar, ristoranti, pizzerie, gelaterie e di molte altre attività che ha cambiato il volto di vie, piazze e strade, creando forme di movida diffusa con effetti ambivalenti.

L’esigenza di comunicare costantemente e in forme nuove con i clienti, ha poi impresso un’accelerazione al processo di digitalizzazione del settore che in prospettiva potrà avvalersi degli investimenti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per la costituzione di un Hub del turismo digitale.

Le indicazioni emerse dalla stagione turistica 2021 sono dunque molte, il prossimo anno, probabilmente, dirà quali di queste saranno destinate a durare nel tempo e quali ad essere archiviate insieme allo stato di emergenza che le ha generate. Rimane comunque la percezione di un settore che ha saputo ripartire con velocità diverse ma con una rinnovata spinta al cambiamento.

Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
24/06/2021 09:14
Casi virtuosi di turismo post pandemia Durante la pandemia alcune strutture turistiche si sono riqualificate e oggi ripartono con una marcia in più. Il caso di un Hotel a Manerba


22/04/2021 14:46
Un turismo a misura di lavoratore agile Il turismo è un comparto economico strategico per molte aree della provincia di Brescia. Come ripartire dopo l'emergenza Covid? Come potrebbe cambiare l'offerta?

01/06/2021 15:09
Un nuovo welfare per il post pandemia La pandemia ha posto la sfida di un welfare più esteso ed inclusivo. Le nuove misure per giovani, anziani, disoccupati e famiglie fragili richiedono di essere inserite in un quadro organico che crei un sistema equo, efficace e sostenibile


30/10/2021 08:00
Se le città si affidano al sindaco della notte La fase post-elezioni amministrative mette in evidenza una figura poco nota, il "Sindaco della notte". Che funzioni svolge e perché può essere utile?


21/01/2022 09:23
Così il Covid ridisegna il ruolo della città La pandemia sta trasformando il modo di vivere il territorio. Smart Working e consegne a domicilio cambieranno il ruolo della città?



Notizie da Economia e lavoro
13/10/2022

Mercoledì il settimo appuntamento del roadshow Sette Ottavi

Protagonisti gli imprenditori del Settore Metallurgia, Siderurgia e Mineraria, associati e non, delle Zone Iseo - Franciacorta e Valtrompia - Lumezzane

17/09/2022

Incontro con i candidati alle elezioni politiche

Sono 14 le associazioni territoriali di categoria che hanno partecipato, esponendo la piattaforma di idee e proposte condivise in vista delle imminenti elezioni del 25 settembre.

16/09/2022

Banca Valsabbina: Il Cda ridefinisce in continuità la struttura della direzione generale

Il Consiglio di Amministrazione di Banca Valsabbina, nella seduta del 14 Settembre 2022 ed in vista della conclusione della carriera professionale del Direttore Generale Tonino Fornari con decorrenza 31 Dicembre 2022, ha ridefinito la struttura della Direzione Generale dell'Istituto.


13/09/2022

Forte rialzo dell'export nel 2° trimestre

Tra aprile e giugno 2022, le vendite, pari a 6.130 milioni, aumentano del 22,5% rispetto al 2 trimestre 2021 (tendenziale); il risultato legato, in particolare, all'aumento delle quotazioni delle materie prime

04/08/2022

Terziario, nel 2° trimestre 2022 stabile la fiducia, poco sopra i livelli di fine 2020

Tra aprile e giugno, il clima di fiducia delle imprese bresciane attive nel settore dei servizi si attestato a 109, di fatto invariato rispetto a quanto rilevato nel periodo precedente (108). Tale evoluzione si inserisce all'interno di un movimento ribassista iniziato nella seconda met del 2021.

28/07/2022

Nel 2° trimestre rallenta il ritmo di crescita dell'industria

Il presidente Gussalli Beretta:

23/06/2022

Ieri l'Assemblea Generale e l'evento annuale della Piccola Industria

L'evento si svolto alla Tenuta Acquaviva di Travagliato e ha visto l'intervento del Presidente di Confindustria Brescia, Franco Gussalli Beretta, e della squadra di presidenza. A seguire l'evento a cui ha preso parte anche il professor Robert Wescott, Consiglio Economico della Casa Bianca durante la presidenza Clinton

13/06/2022

Il primo Quaderno dell'Osservatorio sul diritto dell'Impresa

Nel primo elaborato, intitolato

09/06/2022

Metalmeccanica: 1° trimestre 2022 positivo, nonostante il conflitto tra Russia e Ucraina

Nei primi tre mesi dell'anno, l'attivit registra una nuova crescita: +12,3% per la meccanica rispetto allo stesso periodo del 2021 e +8,4% per la metallurgia. La marginalit, tuttavia, quanto mai sotto pressione, schiacciata dai rincari delle materie prime industriali ed energetiche

09/06/2022

Banca Valsabbina si rafforza a Milano con la terza filiale

Operativa in via Domodossola, nei pressi di Corso Sempione, si aggiunge a quelle di Porta Venezia e Piazzale Cadorna

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier