Skin ADV
Sabato 24 Ottobre 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



13 Dicembre 2019, 07.42

Coldiretti

Unesco, la transumanza è Patrimonio dell'umanità

di Redazione
L'antica pratica della pastorizia che consiste nella migrazione stagionale del bestiame lungo le rotte migratorie nel Mediterraneo e nelle Alpi è stata proclamata Patrimonio culturale immateriale dell'umanità
 
La transumanza è stata proclamata Patrimonio culturale immateriale dell'umanità. E' quanto annuncia la Coldiretti nel commentare positivamente la decisione del Comitato intergovernativo dell'Unesco riunito a Bogotà, in Colombia per tutelare l' antica pratica della pastorizia che consiste nella migrazione stagionale del bestiame lungo le rotte migratorie nel Mediterraneo e nelle Alpi.

La candidatura della Transumanza, che ha visto l'Italia capofila di una alleanza con Grecia e Austria, è stata avanzata nel 2017 per tutelare una pratica ancora oggi diffusa sia nel Centro e Sud Italia, dove sono localizzati i Regi tratturi, partendo da Amatrice e Ceccano nel Lazio ad Aversa degli Abruzzi e Pescocostanzo in Abruzzo, da Frosolone in Molise al Gargano in Puglia. Pastori transumanti sono ancora in attività anche nell'area alpina, in particolare in Lombardia e nel Val Senales in Alto Adige.

Il voto positivo dell'Unesco – evidenzia la Coldiretti – certifica il valore della tradizionale migrazione stagionale delle greggi, delle mandrie e dei pastori che, insieme ai loro cani e ai loro cavalli, si spostano dalla pianura alla montagna, percorrendo le vie semi-naturali dei tratturi, con viaggi di giorni e soste in luoghi prestabiliti, noti come "stazioni di posta".

Un riconoscimento importante – sottolinea la Coldiretti – che conferma il valore sociale, economico, storico e ambientale della pastorizia che coinvolge in Italia ancora 60mila allevamenti nonostante il fatto che nell'ultimo decennio il "gregge Italia" sia passato da 7,2 milioni di pecore a 6,2 milioni perdendo un milione di animali.

Il riconoscimento tutela un'attività ad elevato valore ecologico e sociale poiché – continua la Coldiretti – si concentra nelle zone svantaggiate e garantisce la salvaguardia di ben 38 razze a vantaggio della biodiversità del territorio, dalla rustica pecora sarda alla pecora Sopravissana dall'ottima lana, dalla Brogna con testa e gli arti privi di lana alla pecora Comisana con la caratteristica testa rossa, dalla gigantesca Bergamasca fino a quella massese dall'insolito manto nero che rappresentano un patrimonio di biodiversità il cui futuro è minacciato da un concreto rischio di estinzione.

A pesare sono i bassi prezzi pagati ai pastori, il moltiplicarsi degli attacchi degli animali selvatici, la concorrenza sleale dei prodotti stranieri spacciati per nazionali ma anche del massiccio consumo di suolo che ha ridotto drasticamente gli spazi e i tradizionali percorsi usati proprio per la transumanza delle greggi con pesanti ripercussioni sull'economia nazionale ma anche sull'assetto ambientale del territorio perchè quando un allevamento chiude si perde – conclude Coldiretti – un intero sistema fatto di animali, di prati per il foraggio, di formaggi tipici e soprattutto di persone impegnate a combattere lo spopolamento e il degrado spesso da intere generazioni.
 
L'Italia può contare su molti "tesori" già  iscritti nella Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell'Unesco. L'elenco tricolore comprende  l'Opera dei pupi (iscritta nel 2008), il Canto a tenore (2008), la Dieta mediterranea (2010) l'Arte del violino a Cremona (2012), le macchine a spalla per la processione (2013) e la vite ad alberello di Pantelleria (2014), l''arte dei pizzaiuoli napoletani (2017), la Falconeria, iniziativa cui l'Italia partecipa assieme ad altri 17 Paesi e dal novembre 2018 l'"Arte dei muretti a secco" sulla base della candidatura avanzata dall'Italia con Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Slovenia, Spagna e Svizzera. Accanto al patrimonio culturale immateriale, l'Unesco – conclude la Coldiretti – ha riconosciuto nel corso degli anni anche un elenco di siti, e proprio l'Italia è lo stato che ne vanta il maggior numero a livello mondiale.
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
26/11/2013 12:24
Un'insolita transumanza nei pascoli di Bovegno Nella fotografia giunta in redazione da Osvaldo Ronchi si pu ammirare un passaggio dell'insolita transumanza sulla neve che domenica ha visto protagoniste alcune mucche rimaste bloccate in alpeggio a quota 1.200 metri

05/03/2012 09:30
Finalmente a casa Un cospicuo patrimonio artistico del valore commerciale di 2 milioni di euro stato recuperato dal Reparto Operativo del Comando dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale.

20/10/2012 10:00
Greta Guerrini, una pastorella da fiaba nel verde di Bovegno La bella storia di una ragazza che, sulla scia di altre donne prima di lei, si cimenta nell'allevamento delle capre, decidendo di vivere appartata fra i prati e il cielo limpido delle montagne dell'Alta Valtrompia

06/08/2012 09:30
Verso la festa di San Firmo nell'alto di Sarezzo Luned 13 agosto si tiene come ogni secondo luned d'agosto la tradizionale benedizione del sale per gli animali d'allevamento ai 1.102 metri del santuario di Sant'Emiliano, che da oggi eccezionalmente aperto tutti i giorni fino al 15 agosto

29/09/2012 09:45
Doppio appuntamento a Ome per le «Giornate del Patrimonio» Oggi e domani dalle ore 16 alle 18 una mostra bibliografica e un concerto itinerante si terranno presso il Borgo del Maglio di Ome, dove saranno visitabili gratuitamente la Collezione Malossi e il Maglio Averoldi



Notizie da Animali
09/05/2015

Rodeo folle col pic-up

Entra in un campo col fuoristrada e prende ad inseguire capre, pecore, care e pastore, che per non essere investito si rifugia in un fosso. E' accaduto nel pomeriggio di mercoledì a Polpenazze


05/05/2015

E c'è anche l'uovo... muto

La fotografia ci è stata inviata al lettore Pablo Soardi: «Visto che le uova riscuotono un certo interesse eccone uno che potremmo definire "marziano"» ci ha scritto


17/04/2015

Animalista o ecoterrorista?

Da un paio d’anni a questa parte stiamo assistendo ad un fenomeno piuttosto preoccupante, destinato a segnare una profonda spaccatura tra il mondo delle “città” e il mondo della “campagna”

20/02/2015

Il misterioso canto notturno dei pettirossi

Un ricercatore ha evidenziato le ragioni di questo strano fenomeno

13/01/2015

La fabbrica del miele

Prenderà il via dal 27 gennaio a Brescia un corso di Apicoltura presso la sede dell’Associazione Apicoltori della provincia di Brescia

10/11/2014

Miao miao

Sono nati l'11 settembre e cercano casa e coccole, i tre micetti ritratti nelle due fotografie inviate oggi in redazione


22/10/2014

Capre sbranate: lupi, orsi o cani selvatici?

Tre capre uccise e una ferita da un non meglio precisato predatore hanno messo in allerta la Polizia provinciale per un sopraluogo nelle zone fra Collio e Bagolino


09/10/2014

In bocca al lupo sì, ma non fatelo crepare

«In bocca al lupo». E' tra le frasi più gettonate quando si spera che vada tutto liscio. E lo si dice augurando a qualcuno che un certo evento vada per il meglio. E ogni volta ci si sente rispondere «crepi»

04/10/2014

La Giornata degli Animali

Anche Enpa Brescia sarà presente quest'oggi in piazza, in occasione della festa di San Francesco, protettore di tutti gli animali

26/09/2014

Cuore di cacciatore

Ieri mattina, al cacciatore segugista Giuseppe Ghidinelli di Sopraponte, noto per i suoi segugi Campioni del Mondo, è capitato un incontro strano

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier