Skin ADV
Sabato 27 Novembre 2021
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

Giuliana Franchini
Psicologa, psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene
Giuseppe Maiolo
Psicoanalista e docente di Educazione alla sessualità all''Università di Bolzano. Si occupa di formazione dei genitori e di disagio giovanile
Officina del Benessere, Puegnago, tel. 0365.651827
 
 




05 Luglio 2021, 09.00

Blog - Genitori e figli

Sfide e sport estremi, cosa ci sta dietro questi comportamenti

di Giuseppe Maiolo
La notizia del ragazzo trovato morto la settimana scorsa alla stazione di Merano impressiona e sconvolge

Ti domandi cosa possa essere accaduto e per quale ragione si sia spinto sul tetto di un treno dove ha perso la vita per folgorazione. I giornali hanno parlato di Parkour, una pratica sportiva ammessa dal CONI, che prevede una preparazione attenta e rigorosa in quanto è abilità di correre e saltare su percorsi (da qui il termine di derivazione francese) accidentati e pieni di ostacoli, a grande velocità e con destrezza.

Una disciplina estrema che attrae perché le acrobazie pericolose come il saltare rampe di scale o aggrapparsi a muri e ringhiere, possono essere metafora del bisogno di libertà che sentono gli adolescenti e del superamento degli ostacoli imposti dalla società. Uno sport che però alcuni considerano come l’arte di fuggire e rendersi liberi.

Poi, a proposito di questa tragedia, c’è chi ha parlato di train surfing che non è uno sport ma una sfida pericolosa oggi sempre più diffusa tra i ragazzini i quali si fanno riprendere ad attraversare i binari mentre arriva un treno, a saltare sui tetti di un convoglio in corsa o aggrappati con ventose ai vetri di un vagone. Una challenge mortifera che attrae in quanto gioco divertente che dà visibilità e popolarità.

E allora è facile pensare a comportamenti folli o a tendenze suicidarie in chi le pratica. Gli studi invece dimostrano che di solito non vi sono disturbi mentali gravi, né atteggiamenti autodistruttivi in coloro che svolgono attività sportive estreme. Chi le pratica cerca il piacere di andare oltre il confine del possibile e il brivido per la vita che si mette in gioco. Sensazioni che nell’epoca delle più grandi trasformazioni fisiche e psicologiche, servono a percepire quel corpo nuovo che gli adolescenti, usciti dall’infanzia, si ritrovano.

In altre parole gli sport estremi fanno “sentire vivi” come dicono molti di loro. “Scosse di adrenalina” sono quelle esperienze “al limite”, date di solito dalla mancanza di certezze fisiche o dalla perdita dell’equilibrio e dalla sensazione forte del disorientamento, che richiede reazioni immediate. Emozioni particolari che attivano i neurotrasmettitori e una produzione massiccia di sostanze che produciamo come la dopamina, l’ormone dell’euforia e del piacere.

Dietro tutti i comportamenti eccessivi, così vi sono le necessità dello sviluppo, ma anche altro. Negli sport estremi, come il Parkour, c’è spesso il fascino della vertigine che si sperimenta quando si perde il contatto con il terreno e si oscilla nel vuoto. È lo stesso che si prova nel BASE jumping quando ti lanci da edifici o rilievi naturali per provare il brivido della caduta e forse rimanda a quella sensazione vissuta da bambini quando si veniva lanciati in aria dal papà che ti prendeva all’ultimo momento dandoti ebbrezza e godimento.

Per molti le sfide continue possono essere il tentativo di vaccinarsi dalla paura che appartiene alle persone insicure.  Ma nelle tragiche vicende degli sport estremi, soprattutto per i minori, c’è anche una scarsa percezione del rischio e la tendenza a sopravvalutare se stessi. Molto è dovuto alla tendenza educativa tutta attuale di non attrezzare i bambini ad accettare i fallimenti possibili, il senso del limite e la necessaria valutazione della realtà. Riflettiamo!

Giuseppe Maiolo
Docente Università di Trento
Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
26/06/2021 08:00
L'estate della ripresa e i progetti per il benessere familiare Dopo il lungo tempo dell'allarme, sembra arrivare un po' di leggerezza. Ci prepariamo ad una nuova estate che speriamo serva a noi e ai figli per recuperare benessere psicologico e ridurre gli effetti dello stress

18/11/2018 08:00
Madri che uccidono Uccidere i figli e togliersi la vita è un gesto che ti appare mostruoso, inconcepibile, innaturale e contrario all’idea che abbiamo delle madri che i figli li mettono al mondo e li fanno crescere.

28/04/2021 15:30
Sassi dal cavalcavia, malessere e rabbia giovanile Ci eravamo dimenticati dei ragazzi che negli anni novanta lanciavano i sassi dal cavalcavia. Invece i recenti episodi che hanno visto nuovamente protagonisti alcuni ragazzini di Gavardo al di sotto dei 14 anni, ci confermano che quel "gioco" perverso e mortifero è ancora presente

11/02/2020 11:00
Per un'educazione digitale Il Safe Internet Day (SID) che si celebra quest’anno punta ancora alla sicurezza in Rete con lo slogan “Connessi e sicuri”


06/05/2015 14:41
Mala Educaciòn Mi capita spesso di incontrare genitori che si lamentano dei figli adolescenti, ma non solo, segnalano anche il disagio per l'utilizzo da parte dei ragazzi di parolacce ad ogni piè sospinto



Notizie da Genitori e Figli
13/11/2021

I giochi violenti di Squid Game

Da quasi due mesi si sta parlando di Squid Game, il "Gioco del calamaro" la serie TV coreana che sta spopolando


14/09/2021

Il silenzio degli innocenti. Le vittime inascoltate dei bulli

Valentina ha sperato ogni giorno che i suoi compagni potessero avere compassione di lei e prima o poi la lasciassero in pace, almeno durante la pausa, quando gli altri si divertivano e lei si cercava una tana dove sparire. Ma inutile


04/08/2021

Dal DDL Zan all'educazione e alla prevenzione dell'omofobia

Il grande dibattito attorno al DDL Zan evidenzia lo scontro politico in atto ma anche quanto ci sia ancora da fare per contrastare la violenza nei confronti delle diversità e in particolare quelle riguardanti la sessualità

24/07/2021

Il gioco come confronto. Ovvero, educare anche alla sconfitta

Da più parti e da tempo, ormai, si dice che nell'educare serve fornire il senso del limite, contenere gli eccessi, dare un confine alle richieste, moderare le pretese


19/07/2021

Sfruttamento sessuale dei minori. Una piaga da combattere

C'è da rimanere sconvolti a leggere i dati diffusi qualche giorno fa dal Garante della Privacy sui minori in rete

10/07/2021

In vacanza da soli. Adolescenti alla ricerca dell'autonomia

L'estate è già iniziata e le vacanze pure. Per la generazione del lockdown, oltre alla sensazione di una libertà riconquistata data dall'allentamento delle restrizioni, c'è anche un appuntamento importante per la crescita: la vacanza da soli

26/06/2021

L'estate della ripresa e i progetti per il benessere familiare

Dopo il lungo tempo dell'allarme, sembra arrivare un po' di leggerezza. Ci prepariamo ad una nuova estate che speriamo serva a noi e ai figli per recuperare benessere psicologico e ridurre gli effetti dello stress

18/06/2021

Trovare risposte urgenti al disagio giovanile

"Sento sulle mie spalle, come un macigno, il peso degli sguardi scettici, prevenuti, schifati e impauriti" scriveva così Seid Visin, il ragazzo 20enne di Nocera Inferiore che si è suicidato pochi giorni fa

15/06/2021

Le parole di odio in rete. Una forma di violenza da conoscere e arginare

"Vai a lavorare cretino!" e "Sei un escremento di rinoceronte" sono solo alcuni dei messaggi offensivi che il professor Roberto Burioni, virologo di fama, ha ricevuto nelle settimane scorse sui social

28/04/2021

Sassi dal cavalcavia, malessere e rabbia giovanile

Ci eravamo dimenticati dei ragazzi che negli anni novanta lanciavano i sassi dal cavalcavia. Invece i recenti episodi che hanno visto nuovamente protagonisti alcuni ragazzini di Gavardo al di sotto dei 14 anni, ci confermano che quel "gioco" perverso e mortifero è ancora presente

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier