Skin ADV
Sabato 27 Novembre 2021
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

Giuliana Franchini
Psicologa, psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene
Giuseppe Maiolo
Psicoanalista e docente di Educazione alla sessualità all''Università di Bolzano. Si occupa di formazione dei genitori e di disagio giovanile
Officina del Benessere, Puegnago, tel. 0365.651827
 
 




24 Luglio 2021, 08.03

Blog - Genitori e figli

Il gioco come confronto. Ovvero, educare anche alla sconfitta

di Giuseppe Maiolo
Da pi parti e da tempo, ormai, si dice che nell'educare serve fornire il senso del limite, contenere gli eccessi, dare un confine alle richieste, moderare le pretese

La parola dordine arginare il permissivismo che ha rappresentato una diffusa stagione educativa, peraltro ancora presente nella relazione genitori-figli.

Non una novit linsistenza di valorizzare il No, che ha basi valide e significati specifici in quanto delladulto la competenza di mettere confini e delimitare il territorio dellonnipotenza infantile, ma defatigante per chi educa come pure impegnativo, perch richiede tempo e pazienza. Il risultato che si fatica sempre a negare qualcosa o, quanto meno, a costruire non prigioni ma cancelli da cui in ogni caso si pu uscire con la chiave giusta.

Crescere, non c dubbio, pi complesso di un tempo. E poi accade in fretta, anche perch nellinfanzia i bambini li adultizziamo velocemente e, una volta adolescenti stracolmi dei sentimenti di infallibilit con cui li abbiamo nutriti, li lasciamo da soli ad affrontare se stessi e il mondo, a cercare lidentit e lautonomia che serve.

In mancanza di adulti autorevoli capaci di accompagnare e con cui gli adolescenti si possano realmente confrontare (sono saltate da tempo le trasgressioni), senza lallenamento a un pensiero critico che serva a porsi domande, i ragazzi si spaesano e cercano risposte immediate.

Se non le trovano si ritirano, se ne vanno distanti sul tappeto volante del virtuale e dei videogiochi a oltranza o si isolano da tutto. Oppure duplicano le angosce dei grandi che temono il fallimento dei figli, pretendono competizioni ma negano il valore della prova e il significato della sconfitta.

Li abbiamo abituati al giocare per vincere e a percepirsi onnipotenti. Abbiamo chiesto loro di non fallire un colpo e sovente educati a colpevolizzare gli altri, chiunque essi siano, compagni, insegnanti, scuola. Abbiamo dato al gioco lunico valore del game che in inglese gioco regolato ma anche esperienza di confronto per conoscere chi siamo noi e chi gli altri.

Ma questo game divenuto sempre pi solitario, challenge cio sfida con se stessi, esercizio di abilit che esce dalla dialettica del confronto. Una tipologia di gioco confinata nel cerchio narcisistico individuale e divenuta prova rischiosa senza calcolo ma propellente potente per restare protagonisti della scena, diventare famosi e realizzare i sogni dei grandi che chiedono trofei.

Nel contempo gli adulti hanno smesso di fare gioco come play, divertimento, di giocare con i piccoli a braccio di ferro dove limportanza non sta nel vincere, ma nel resistere. Cos si persa leducazione al confronto e alla condivisione, ed rimasta la cultura dei like e il potere dei follower.

In mancanza di strumenti critici di lavoro, i Supereroi adesso sono fragili e incapaci di accettare prove e competizioni, non tollerano le perdite e non sanno sostenere le sconfitte.

Lo abbiamo visto in Inghilterra in quel gesto sprezzante della medaglia rifiutata che diceva in modo plateale quanto inequivocabile, che la sconfitta non era stata contemplata. Non apparteneva loro. Era fuori da ogni ordine di pensiero e da ogni confronto possibile.

Giuseppe Maiolo
Docente Universit di Trento
Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
18/11/2018 08:00
Madri che uccidono Uccidere i figli e togliersi la vita è un gesto che ti appare mostruoso, inconcepibile, innaturale e contrario all’idea che abbiamo delle madri che i figli li mettono al mondo e li fanno crescere.

11/02/2020 11:00
Per un'educazione digitale Il Safe Internet Day (SID) che si celebra quest’anno punta ancora alla sicurezza in Rete con lo slogan “Connessi e sicuri”


19/07/2021 10:52
Sfruttamento sessuale dei minori. Una piaga da combattere C' da rimanere sconvolti a leggere i dati diffusi qualche giorno fa dal Garante della Privacy sui minori in rete

26/06/2021 08:00
L'estate della ripresa e i progetti per il benessere familiare Dopo il lungo tempo dell'allarme, sembra arrivare un po' di leggerezza. Ci prepariamo ad una nuova estate che speriamo serva a noi e ai figli per recuperare benessere psicologico e ridurre gli effetti dello stress

18/06/2021 09:08
Trovare risposte urgenti al disagio giovanile "Sento sulle mie spalle, come un macigno, il peso degli sguardi scettici, prevenuti, schifati e impauriti" scriveva cos Seid Visin, il ragazzo 20enne di Nocera Inferiore che si suicidato pochi giorni fa



Notizie da Genitori e Figli
13/11/2021

I giochi violenti di Squid Game

Da quasi due mesi si sta parlando di Squid Game, il "Gioco del calamaro" la serie TV coreana che sta spopolando


14/09/2021

Il silenzio degli innocenti. Le vittime inascoltate dei bulli

Valentina ha sperato ogni giorno che i suoi compagni potessero avere compassione di lei e prima o poi la lasciassero in pace, almeno durante la pausa, quando gli altri si divertivano e lei si cercava una tana dove sparire. Ma inutile


04/08/2021

Dal DDL Zan all'educazione e alla prevenzione dell'omofobia

Il grande dibattito attorno al DDL Zan evidenzia lo scontro politico in atto ma anche quanto ci sia ancora da fare per contrastare la violenza nei confronti delle diversit e in particolare quelle riguardanti la sessualit

19/07/2021

Sfruttamento sessuale dei minori. Una piaga da combattere

C' da rimanere sconvolti a leggere i dati diffusi qualche giorno fa dal Garante della Privacy sui minori in rete

10/07/2021

In vacanza da soli. Adolescenti alla ricerca dell'autonomia

L'estate gi iniziata e le vacanze pure. Per la generazione del lockdown, oltre alla sensazione di una libert riconquistata data dall'allentamento delle restrizioni, c' anche un appuntamento importante per la crescita: la vacanza da soli

05/07/2021

Sfide e sport estremi, cosa ci sta dietro questi comportamenti

La notizia del ragazzo trovato morto la settimana scorsa alla stazione di Merano impressiona e sconvolge

26/06/2021

L'estate della ripresa e i progetti per il benessere familiare

Dopo il lungo tempo dell'allarme, sembra arrivare un po' di leggerezza. Ci prepariamo ad una nuova estate che speriamo serva a noi e ai figli per recuperare benessere psicologico e ridurre gli effetti dello stress

18/06/2021

Trovare risposte urgenti al disagio giovanile

"Sento sulle mie spalle, come un macigno, il peso degli sguardi scettici, prevenuti, schifati e impauriti" scriveva cos Seid Visin, il ragazzo 20enne di Nocera Inferiore che si suicidato pochi giorni fa

15/06/2021

Le parole di odio in rete. Una forma di violenza da conoscere e arginare

"Vai a lavorare cretino!" e "Sei un escremento di rinoceronte" sono solo alcuni dei messaggi offensivi che il professor Roberto Burioni, virologo di fama, ha ricevuto nelle settimane scorse sui social

28/04/2021

Sassi dal cavalcavia, malessere e rabbia giovanile

Ci eravamo dimenticati dei ragazzi che negli anni novanta lanciavano i sassi dal cavalcavia. Invece i recenti episodi che hanno visto nuovamente protagonisti alcuni ragazzini di Gavardo al di sotto dei 14 anni, ci confermano che quel "gioco" perverso e mortifero ancora presente

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier