Skin ADV
Martedì 02 Giugno 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



14 Aprile 2014, 09.27

TERZO SETTORE

Certificato penale: niente obbligo per i volontari

di Laura
L’allarme è rientrato: le organizzazioni di volontariato che si avvalgono esclusivamente dell’opera di volontari, non dovranno richiedere il certificato del casellario giudiziale

Le tante organizzazioni di volontariato che in questi giorni hanno temuto di doversi accollare ulteriore burocrazia e relativi oneri, possono stare tranquille.
L’obbligo resta però valido nel caso in cui l’organizzazione si avvalga di personale dipendente.
 
Ma andiamo con ordine.
Il 22 marzo 2104 viene pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il Decreto legislativo n. 39 del 4 marzo 2014 contenente, in attuazione della direttiva europea 2011/93/UE, misure rafforzative della lotta contro i reati di pedofilia.
L’articolo 2 del Decreto legislativo stabilisce che “un ente che intende impiegare per attività professionali o volontarie a contatto diretto e regolare con minori una persona, deve procedere all’acquisizione del suo certificato giudiziale; la sanzione amministrativa prevista in caso di inadempimento è particolarmente rilevante: dai 10.000 ai 15.000 euro”.
La legge è già in vigore da domenica 6 aprile 2014.
 
In base a quanto disposto dal D.Lgs. 39/2014 sembrava quindi che le organizzazioni di volontariato e gli altri enti che hanno contatti diretti e regolari con minori, dovessero richiedere per i singoli collaboratori e volontari il certificato giudiziale.
Nelle note del Ministero della Giustizia si precisa che l’adempimento non riguarda tutti quegli enti che impiegano volontari per attività rivolte a minori cioè: “Esse – si ribadisce – valgono soltanto per l’ipotesi in cui si abbia l’instaurazione di un rapporto di lavoro, perché al di fuori di questo ambito non può dirsi che il soggetto, che si avvale dell’opera di terzi, assuma la qualità di datore di lavoro. Non è allora rispondente al contenuto precettivo di tali nuove disposizioni l’affermazione per la quale l’obbligo di richiedere il certificato del casellario giudiziale gravi su enti e associazioni di volontariato pur quando intendano avvalersi dell’opera di volontari; costoro, infatti esplicano un’attività che, all’evidenza, resta estranea ai confini del rapporto di lavoro.”
 
Secondo quanto riportato nella Nota Esplicativa n. 1, l’adempimento “di richiesta del certificato casellario giudiziale” riguarda quei datori di lavoro che intendano stipulare nuovi contratti di lavoro con persone che comportino contatti diretti e regolari con minori “e quindi prima dell’assunzione al lavoro”.
 
La seconda Nota Esplicativa precisa che il datore di lavoro “privato”, nelle more dell’acquisizione del certificato del casellario, e cioè fin tanto che il sistema possa strutturarsi rispetto alle nuove disposizioni conseguenti all’applicazione della normativa, e comunque sempre che puntualmente richiesto, possa procedere all’assunzione, in forza di una dichiarazione del lavoratore sostitutiva dell’atto di notorietà, avente il medesimo contenuto della dichiarazione sostitutiva di certificazione. Il datore di lavoro potrà far valere tale dichiarazione nei confronti dell’organo pubblico accertatore, circa la regolarità della formazione del rapporto di lavoro.
 
Per gli enti tenuti all’adempimento rimangono i costi che sono costituiti da una marca da bollo da 16 euro, cui aggiungere una marca per diritti da 7,08 euro, se il certificato è richiesto con urgenza, oppure da 3,54 euro se il certificato è richiesto senza urgenza.
 
Le ONLUS, le organizzazioni di volontariato, le organizzazioni non governative, le cooperative sociali potranno usufruire dell’esenzione d’imposta.
Restano ancora alcuni aspetti da chiarire, tra i quali rientra la durata del certificato, che ha di per sé una validità di 6 mesi dalla data di rilascio.

(Fonte: Centro Servizi per il Volontariato di Brescia www.csvbs.it)
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
26/08/2014 07:57:00
Volontari inFormazione Il Centro Servizi per il Volontariato ha organizzato, a partire da settembre, numerosi corsi gratuiti rivolti a tutti i volontari che prestano la propria opera nelle associazioni del terzo settore


08/04/2014 09:00:00
Volontariato e sicurezza Quali sono le disposizioni del TU alle quali devono sottostare le associazioni senza personale dipendente ma che, per raggiungere le proprie finalità, si avvalgono dell’aiuto di unità operative volontarie?

05/04/2014 09:30:00
5 per mille 2014 Per il mondo dell'associazionismo e della ricerca sta diventando consuetudine la richiesta annuale del 5 per mille.
Non vi sono particolari novità per procedere all'iscrizione 2014


20/08/2014 12:00:00
Bandi volontariato e associazionismo La Regione Lombardia ha pubblicato sul BURL n° 32 dell’8 agost il Bando Volontariato e il Bando Associazionismo a sostegno di progetti dedicati alla tutela della fragilità, promozione della socialità e promozione del benessere psicofisico della persona

20/06/2012 11:00:00
Bando volontariato e associazionismo 2012/2013 Il bando è dedicato alle asssociazioni di volontariato iscritte alla sezione regionale e alle sezioni provinciali del registro generale regionale del volontariato e dalle associazioni senza scopo di lucro e di promozione sociale (APS).



Notizie da terzo settore
26/03/2020

Mascherine ai Comuni tramite la Protezione civile

Grazie alla raccolta fondi AiutiAMObrescia sono giunte anche in Valle Trompia alcune mascherine per il personale della Protezione civile ma non solo

18/02/2020

«Smart School», per una scuola inclusiva

Avrà una declinazione sia per la Val Sabbia sia per la Val Trompia il progetto presentato alla Fondazione della Comunità Bresciana dedicato al contrasto della dispersione scolastica

20/12/2019

Bando Valle Trompia e Gobbia, finanziati 12 progetti

A tanto ammontano i progetti finanziati dal Bando territoriale di Fondazione Comunità Bresciana per la Valle Trompia, ai quali se ne aggiungono altri tre del bando Acb

18/12/2019

Una nuova ambulanza per i volontari di Villa Carcina

Frutto del generoso lascito disposto nel proprio testamento da Luigi Roberto Del Barba, il nuovo mezzo, inaugurato nei giorni scorsi, sarà una risorsa per tutta la comunità

06/12/2019

«Defibrillato» e contento

Tanto da regalare una delle sue biciclette a Valtrompia Soccorso. A giugno la brutta avventura dell’arresto cardiaco, mentre pedalava in quel di Collio

15/11/2019

Una buona semina, un progetto per Flavia

Sono trascorsi due anni dalla scomparsa della giornalista valtrumplina Flavia Bolis. Le Acli, organizzazione con la quale Flavia ha collaborato intensamente, la ricordano con una serata durante la quale verrà presentato il progetto "Una buona semina"

15/06/2015

Caino e la Consulta

L'unione fa la forza, anche e soprattutto nel mondo associativo. Così a Caino nasce la Consulta delle Associazioni, per dialogare, fare rete e per un impegno condiviso sul territorio


02/06/2015

«Silenzio»

Poesie, modi di dire, curiosità e immagini dal mondo... Inizia oggi una collaborazione con don Claudio Vezzoli, parroco di San Benedetto, la parrocchia del quartiere I° Maggio in città, e consigliere provinciale e regionale della Coldiretti


25/05/2015

In Sardegna con l'Ava di Gardone

Un programma ricco e una bella proposta, quella dell'Ava per la terza età: una vacanza in Sardegna dal 23 al 30 settembre

22/05/2015

Mantenimento requisiti

Fino al 30 giugno è possibile accedere al sito di Regione Lombardia per la compilazione della “Scheda per il mantenimento annuale dei requisiti di iscrizione”, con riferimento all’attività svolta nel 2014


  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier