Skin ADV
Domenica 04 Dicembre 2022
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE


 

 





01 Luglio 2021, 15.00

Calcio

Ottavi, finali anticipate e prime esclusioni eccellenti

di Luca Rota
Gli ottavi di finale di questo campionato d'Europa itinerante offrono grande calcio e tante emozioni. Molti i gol, diversi i colpi di scena che non avranno di certo annoiato gli spettatori

Tornano a casa tre importanti pretendenti alla vittoria finale, si chiudono dei cicli storici e probabilmente per qualcuno è stata l’ultima apparizione nella competizione continentale.

Ad Amsterdam, nell’arena che prende il nome dal grande Cruijff, la Danimarca ne rifila altri quattro al Galles, volando ai quarti dove incontrerà una Repubblica Ceca pragmatica quanto operaia. Vittima dei mitteleuropei è proprio l’Olanda, che in quel di Budapest, nello stadio che prende il nome da un altro grandissimo del passato, Ferenc Puskas, perisce per due reti a zero, complice anche l’espulsione di De Ligt ad inizio secondo tempo.
I danesi sembrano avere una marcia in più, e dopo aver steccato nella prime giornate, si candidano seriamente a dare fastidio a chiunque incontreranno d’ora in avanti.

Stesso discorso riguarda i cechi, solidi e quadrati, operanti un gioco che molto poco concede agli avversari, con uno Schick sugli scudi, vice-capocannoniere ed erede designato di Milan Baros.
Parentesi Italia. Vinciamo senza brillare, ma andiamo avanti ed è ciò che conta. Servirà però rispolverare il bel gioco visto nel girone. Mentre non sono ancora ben chiari i motivi per cui non si prende parte alla simbolica protesta antirazzista, a Wembley, giochiamo un primo tempo discreto, con un palo e qualche sortita offensiva degna di nota. Soffriamo per tutti i novanta minuti la fisicità e la corsa degli austriaci, andiamo vicini alla capitolazione, ma veniamo salvati dal var sul gol di Arnautovic, sbagliando spesso in ripartenza. Siamo poco lucidi nella finalizzazione e concediamo qualche spazio di troppo, cosa che porta l’Austria a crederci.

Nei supplementari però ci pensano due neo entrati, Chiesa e Pessina, a stendere con due lampi individuali la non irresistibile difesa austriaca. Andiamo ai quarti, non senza soffrire, perché gli avversari ci provano fino alla fine, interrompendo l’imbattibilità azzurra da record e mettendo alla prova la bravura di Donnarumma in più occasioni (da applausi la parata a mano aperta sul potente sinistro dalla distanza).  

Nei quarti sarà il Belgio a contenderci l’accesso alle semifinali. A Siviglia, i diavoli rossi eliminano il Portogallo, troppo timido nella prima ora di gioco, svolgendo un compitino assai modesto, coi lusitani che avrebbero meritato il pareggio. La decide il più giovane dei fratelli Hazard, mentre il maggiore, capitano e in grande spolvero, esce anzitempo insieme a De Bruyne per infortunio. Non si sa ancora se ce li ritroveremo contro venerdì. Per Ronaldo, attuale capocannoniere con cinque reti, in gara abulico e poco incisivo, si tratta dell’ennesima eliminazione agli ottavi, dopo quelle con la Juve ed al Mondiale russo.

A Copenaghen, tra Croazia e Spagna è sfida a suon di gol, tra errori grossolani, ribaltoni, belle giocate e assalti disperati dell’ultimo secondo che la protraggono fino ai supplementari. Nell’overtime entrambe rischiano di capitolare, col portiere spagnolo, colpevolissimo sul primo gol, che si riscatta ampiamente. Poi l’uno-due micidiale dell’undici di Luis Enrique apre le porte dei quarti, chiudendo sul 5a3, con otto gol, tra i quali un’autorete e sette marcatori diversi.

Nella parte alta del tabellone, quella dell’Italia, troviamo la prima sorpresa del torneo. Nell’ottavo francofono di Bucarest, i due tempi regolamentari sono serratissimi e terminano anch’essi con tre gol per parte, col pareggio svizzero all’ultimo minuto, dopo una girandola di emozioni pazzesca. Anche qui si va ai supplementari, però blandi e senza emozioni, coi rigori che vedono trionfare la Svizzera; l’errore decisivo è di Mbappe, rimasto a secco nel torneo.

Germania e Inghilterra si affrontano con moduli speculari; ne perde lo spettacolo e poche restano le azioni degne di nota nella prima ora di gioco. A Wembley, dove si assiste all’unico ottavo noioso di questo Europeo, la sblocca il solito Sterling a quindici dal termine, e la chiude Kane, tornato finalmente al gol. Per i tedeschi, all’ultima con Low in panchina, errore clamoroso di Muller sull’uno a zero.
I ragazzi di Southgate sfideranno nell’ultimo quarto l’indomita Ucraina di Shevchenko, che nel segno del maestro Lobanovsky batte di misura la Svezia e si candida anch’essa al ruolo di outsider.  

Si chiudono così gli ottavi, tra finali anticipate, prime esclusioni eccellenti e tanti gol. Italia-Belgio, Spagna-Svizzera, Inghilterra-Ucraina e Danimarca-Repubblica Ceca. Questi gli incroci dei quarti di finale che decreteranno le semifinaliste del torneo. Bisognerà stare molto attenti a chi non sperava di spingersi così oltre e invece si ritrova lì, in lizza per il titolo.

Il ruolo di outsider si sa, non dà pressioni né ha pretese. Ci auguriamo si possa assistere a sfide così interessanti, allo stesso modo di come è stato per gli ottavi.

Buona continuazione di Europeo a tutti gli appassionati.
Visualizza per la stampa

TAG





Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
09/03/2014 09:19
Verso il rush finale nel campionato Top Junior La situazione del calcio arancioblù quando mancano quattro gare alla fine del campionato: andranno alle finali le prime due di ogni girone e le due migliori terze

09/05/2013 10:30
Il galà finale per gli sport di squadra arancioblù Stasera si comincia con le sfide per i titoli del calcio a 5 e della pallavolo maschile, rispettivamente a Folzano e San Zeno. I due paesi saranno poi sede fino a domenica anche delle finali di calcio a 7, calcio a 11, basket e volley

14/05/2012 09:00
S'infrange a Cuneo il sogno della Berretti rossoblù Gli uomini di mister Pancheri sprecano il doppio vantaggio sui piemontesi e si lasciano rimontare sino al 3-2 finale che costringe i rossoblù all'eliminazione dalle fasi finali nazionali del campionato giovanile

09/05/2014 10:07
Al San Filippo tre giorni di finali provinciali In un'attesa tre giorni al centro San Filippo di Brescia si decideranno molti titoli provinciali degli sport di squadra arancioblù: calcio a 5, calcio a 7, pallavolo, basket

23/06/2012 09:00
Faggi di Eva e Nave per il titolo regionale a Darfo Boario Sono due le formazioni triumpline che tra oggi e domani si giocano le chance di alurearsi campioni provinciali nel calcio a 5 e a 7 giocatori. Come loro altre due squadre di calcio: Orzinuovi (calcio a 5) e Pavone Mella (femminile). Nella pallavolo le ragazze del Carpenedolo Le Vele



Notizie da Sport
21/05/2022

Il Giro donne torna in Valle Sabbia

Dopo la kermesse dello scorso anno con partenza di tappa a Gavardo, il Giro d'Italia femminile torna sulle strade valsabbine, questa volta per con una delle tappe regine, il 7 luglio: la Prevalle - Maniva



13/09/2021

Incredibile Sonny, è campione europeo

Un maestoso Sonny Colbrelli ha trionfato agli Europei di ciclismo su strada, a Trento, al termine di una gara capolavoro

25/08/2021

Stelvio, tra antiche rivalità e nuovi sorrisi

Ed infine, a tre anni esatti dalla mia prima scalata al Gavia, ho chiuso il ciclo

04/06/2021

Cercasi impiegato amministrativo

La proposta arriva dall'Azienda Speciale Albatros, la "municipalizzata" di Lumezzane. L'assunzione a tempo indeterminato, il relativo bando scade il 15 giugno


31/05/2021

Il punk

Con quello odierno si chiude un cerchio lungo cento episodi, un piccolo traguardo che porta questa rubrica in tripla cifra e che, per festeggiarla, sceglie una figurina diversa, anticonvenzionale, folle e oltre qualunque altro aggettivo si possa usare; ma in grado di impersonare il termine "leggenda" come poche


12/05/2021

Il poeta

Esistono molti modi di fare poesia, tra questi quello su carta, ma quella espressa da Ezio Vendrame non si limitata alle pagine dei libri, riversandosi nei campi da calcio sotto forma di ala destra


21/04/2021

Solo un grande bluff

Questa Super League, per come l'hanno presentata i diretti interessati, solo un grande bluff, e come tale andrebbe gestito: niente concessioni, accordi, solo un richiamo alle regole e tanti cari saluti in caso contrario (cosa che non avverr).

20/04/2021

El Trinche

Se parliamo di "leggende", non possiamo di certo ignorare quella del Trinche, alias Toms Felipe Carlovich, il cui mito si fonde a tratti col vero, conservando quel fascino insito solo in certe storie


23/02/2021

«Maestri di sci penalizzati»

I Maestri di sci del Maniva scrivono ai dirigenti nazionali e regionali per chiedere chiarimenti alle istituzioni


  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier