Skin ADV
Venerdì 07 Agosto 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE


 


 



29 Febbraio 2020, 07.10
Lodrino Lumezzane Valtrompia
Incendio

Fiamme domate... forse

di val.
Il condizionale è d'obbligo: ieri sera, infatti, il rogo ha ripreso a distruggere sopra Mura, anche se sembrava possibile da controllare anche in orario notturno

Fiamme domate di direbbe, nel tardo pomeriggio di ieri, al terzo giorno di grande dispendio di energie, ma il condizionale è d’obbligo.
Da un momento all’altro, infatti, i focolai possono riprendere vigore.

Succede soprattutto nelle zone impervie, dove non è possibile arrivare a piedi e dove le braci possono covare a lungo sotto la cenere o i paglioni bagnati dai lanci aerei, pronte a riprendere vigore.

Nella tarda mattinata di ieri
, grazie all’intervento incessante di due canadair e di un elicottero da carico S-64, era stato estinto il fronte che imperversava fra Mura, la Pertica Alta e Marmentino, quello che aveva ripreso maggior vigore nella notte precedente.

Nel pomeriggio le raffiche di vento hanno invece dato forza a quel che restava del rogo fra il Monte Carnè e la Cocca, sulla linea di confine fra i territori di Bione e di Lumezzane.
Qui sono stati dunque dirottati i mezzi con capacità maggiore, a dare manforte ai più piccoli elicotteri della regione capaci di rovesciare sulle fiamme “solo” sei quintali d’acqua per volta, finchè non hanno avuto ragione del rogo.

Ieri sera col buio però
, la prima sorpresa: fra l’abitato di Mura e la sua Corna, in tutta evidenza, fra lo sconforto di molti, ecco il fuoco riprendere vigore.

«Dovremmo farcela a contenerlo» l’indicazione consolatrice di chi ieri ha diretto senza sosta le operazioni: «Sopra, a destra e a sinistra, il terreno è già bruciato. Di sotto la montagna è tagliata da un sentiero dove i volontari possono in relativa sicurezza controllare le fiamme, anche se c'è buio».

Insomma, se va bene ci sono voluti tre giorni di intenso lavoro per domare i due roghi distinti sviluppatisi fra Valsabbia e Valtrompia, uno a nord e l’altro a sud-ovest dell’abitato di Casto, con le squadre dell’Antincendio boschivo e dei Vigili del fuoco che hanno dimostrato grandi capacità di gestione delle operazioni.

Ad andare in fumo, secondo una prima ed approssimativa stima, non solo 200 ettari di territorio, ma anche centinaia di migliaia di euro necessari per sostenere la macchina dell’emergenza.


Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
04/08/2014 22:57
A fuoco un appartamento a Caino A provocare l'incendio, probabilmente, un corto circuito in cucina, mentre non c'era nessuno. L'inquilino stava effetuando delle pulizie al piano di sotto. Ingenti i danni


28/07/2014 15:34
Incendio a Marcheno Il fumo ha cominciato a salire denso da una casa dalle parti del supermercato Sigma, a Marcheno. Non lasciava presagire nulla di buono


14/01/2013 15:30
Incendio domato in una palazzina di Bovezzo Stamattina poco prima delle 10 un incendio divampato al quarto piano di una palazzina sita in via Prati 33 a Bovezzo. Ad originarlo un fuoco acceso in un caminetto da un ragazzino. Leggermente intossicato un 75enne subito intervenuto con un estintore

07/03/2015 10:02
Appartamenti inagibili, 7 sfollati e un ferito Si aggrava il bilancio dell'incendio che questa mattina ha coinvolto tre appartamenti di una palazzina che a Sarezzo si affaccia sul bivio per Lumezzane


01/04/2014 11:07
Di origine dolosa l'incendio avvenuto al Bonardi Domenica intorno a mezzogiorno un incendio è divampato nei pressi della locanda Bonardi al Maniva, bruciando circa dodici ettari di pascolo



Notizie da Lodrino
03/08/2020

Gli alpini sono pronti

In tempo di Covid, a Lodrino si è consumata una festa all’insegna del ricordo e della sobrietà, ma pur sempre con lo spiedo

02/03/2020

Visto dal cielo, ecco lo scempio

Per tre giorni, da mercoledì 26 a venerdì 28 febbraio, il fuoco ha imperversato sulle montagne attorno a Bione e Casto, spingendosi nei territori di Lumezzane, Lodrino,, Mura, Pertica Alta e Marmentino. VIDEO


28/01/2020

Spacciatore finisce in carcere

In casa aveva un grosso quantitativo di hashish, denaro e cartucce calibro 12 detenute illegalmente

26/01/2020

Da Nikolajewka un anelito di pace

Nella commemorazione a Brescia del 77° della conclusiva battaglia degli Alpini sul fronte Russo, dalle Penne nere il ricordo dei reduci e del loro messaggio ribadito più volte: “Mai più la guerra”

13/01/2020

Don Aniello Manganiello, prete di frontiera

Il sacerdote campano, per diversi anni impegnato in una parrocchia del quartiere di Scampia a Napoli, sarà ospite questa settimana di alcune parrocchie e incontrerà gli studenti delle scuole valsabbine e della Val Trompia

29/12/2019

Musica e riconoscimenti per Santo Stefano

Il tradizionale concerto natalizio della banda S. Cecilia di Lodrino è stata l’occasione per l’amministrazione comunale per conferire le borse di studio agli studenti meritevoli

02/12/2019

Gran festa a Lodrino

Il maltempo non ha fermato le manifestazioni in programma per la domenica. Dai mercatini di Natale alla panchina rossa, dalla banda alle leccornie preparate dagli Alpini


12/11/2019

Doppio evento a Lodrino

Una giornata speciale quella di domenica 10 per la comunità lodrinese. Dopo la popolare trasmissione di Teletutto è stata la volta della Madonnina di Invico

04/11/2019

Lodrino ricorda i Caduti

Una pioggia battente e persistente ha accompagnato la sfilata del 4 Novembre, ricorrenza sempre molto sentita dalla comunità lodrinese


09/01/2019

La Nasego sarà di nuovo tricolore

La Fidal si affida ancora ai ragazzi dell'Abcf Comero: per la 3ª volta nella sua storia la grande classica del Savallese è designata sede dei Campionati Italiani di Corsa in Montagna Lunghe Distanze e Km Verticale

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier