Skin ADV
Sabato 27 Novembre 2021
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



02 Gennaio 2020, 09.50

AIB

Brescia, diminuisce il tasso di crescita della popolazione

di Redazione
Ad evidenziarlo un report dell’Ufficio Studi e Ricerche AIB su dati Istat. Tra le cause la caduta dei saldi naturale e migratorio e il conseguente aumento dell’indice di vecchiaia

In provincia di Brescia il tasso medio annuo di crescita della popolazione residente è sensibilmente diminuito tra il 2012 e il 2018: +0,3%, mentre era pari a +0,8% nel decennio del baby boom (1962-1971), in diminuzione nei due decenni successivi (+0,6% e +0,3%) e in crescita dopo il 1992 e fino al 2011 (+0,6% e +1,1%), trainato soprattutto dall’aumento dalla componente straniera.

Ad evidenziarlo è una nota dell’Ufficio Studi e Ricerche di AIB sui dati diffusi dall’Istat nello scorso mese di luglio e relativi all’anno 2018.

Il rallentamento è dovuto alla riduzione sia del saldo naturale (differenza tra nascite e decessi) che di quello migratorio (differenza tra immigrati ed emigrati): quest’ultimo rappresenta negli ultimi anni circa un decimo (5.751 unità) di quanto fosse nel periodo 2003-2006 (55.897 unità). Del saldo migratorio totale è soprattutto quello con l’estero che è diminuito in modo considerevole, passando da quasi 10.300 unità nel 2008 a neanche 4.700 unità nel 2018.

In conseguenza di ciò, prosegue l’aumento dell’indice di vecchiaia della popolazione, cioè il rapporto tra il numero degli over 65 e degli under 15: nel 2018 sono in media 151 gli ultra sessantacinquenni ogni 100 giovani (tra 0 e 14 anni), contro gli appena 38 del 1971. Le punte più elevate sono rappresentate soprattutto da comuni montani: Magasa, Valvestino, Lozio, Saviore dell’Adamello e Capovalle.

Anche l’indice di dipendenza anziani, cioè il rapporto tra la popolazione oltre 65 anni e quella in età lavorativa (15-64 anni), è continuato a crescere nel tempo passando da 15 nel 1971 a 34 nel 2018. Quest’ultimo indice esprime il livello di sostenibilità della spesa pensionistica: tanto più aumenta, più cresce la spesa previdenziale.

Per quanto riguarda gli stranieri, quelli residenti in provincia sono cresciuti sensibilmente dall’inizio del secolo: erano quasi 50.000 nel 2001 (il 4,4% della popolazione) e sono diventati oltre 155.000 nel 2011 (il 12,5% del totale dei residenti), ma negli ultimi anni la loro crescita si è arrestata. Alla fine del 2018, rappresentano il 12,4% della popolazione residente e sono aumentati di sole 2.148 unità rispetto al 2011. In Italia costituiscono l’8,7% della popolazione residente, in Lombardia l’11,7%.

La diffusione degli stranieri sul territorio provinciale non è omogenea: alcuni Comuni (Castelcovati, Rovato, Brescia, Tremosine sul Garda, Remedello) presentano un’incidenza di stranieri anche di molto superiore a quella media provinciale (12,4%), mentre per altri (Saviore dell’Adamello, Irma, Valvestino, Capovalle, Magasa) il fenomeno è quasi del tutto trascurabile.

È vero tuttavia che la maggior parte dei Comuni che registrano una quota di stranieri molto bassa sono anche quelli che hanno un numero di abitanti molto ridotto.

Tra gli stranieri residenti nella provincia di Brescia, il gruppo prevalente è quello proveniente dalla Romania (16,2% del totale): seguono gli albanesi (11,6%), gli indiani (8,8%) e i marocchini (8,7%). Tra gli altri stranieri, si segnalano quelli provenienti dal Pakistan (8,0%), dall’Ucraina (5,0%), dal Senegal (4,4%) e dalla Moldova (3,6%).

Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
12/03/2015 15:05
Decisa crescita delle esportazioni bresciane I dati Istat gennaio-dicembre 2014 elaborati dal Centro Studi Aib segnano un +4,2%. Anche la dinamica sul trimestre precedente risulta positiva (+ 5,9%)

03/01/2020 09:34
Famiglie di una sola persona Istat conferma i profondi cambiamenti della famiglia registrati negli ultimi decenni. In Italia una famiglia su tre è composta da una sola persona

29/11/2012 10:15
Lumezzane, città che invecchia Gli ultra 65enni sono 4.485, ossia il 20% della popolazione, gli over 80 ben 1.194, mentre i bambini fino ai 3 anni non raggiungono le 500 unit. La popolazione invecchia inesorabilmente e il calo demografico procede di pari passo

11/04/2012 08:30
Bloccata la crescita demografica triumplina A diffondere i dati il Giornale di Brescia e le prospettive non sembrano rosee: emblematico il caso del piccolo comune di Irma che, come gi previsto, rischia addirittura la scomparsa

05/04/2011 16:28
Incontro in Comunità montana Centro migranti con Cgil Cisl e Uil organizzato un dibattito sull'immigrazione



Notizie da Economia e lavoro
19/11/2021

«Eureka! Si può fare!» al festival Science on Stage Europe

L'iniziativa, promossa da Confindustria Brescia con l'associazione Aghi magnetici, AIF - Associazione dell'insegnamento della fisica e il patrocinio e di Federmeccanica, stata scelta insieme ad altre 10 proposte italiane per partecipare al pi importante contest didattico per docenti STEM a livello europeo, che si terr a Praga dal 24 al 27 marzo 2022

09/11/2021

Il futuro della filiera automotive

Nella Sala Beretta di Confindustria Brescia un incontro tra le principali aziende bresciane appartenenti al comparto Automotive (50 le realt presenti) e i vertici di Anfia - Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica

21/10/2021

Al via il nuovo biennio ITS in automazione e sistemi meccatronici industriali

La presentazione si tenuta nell'azienda RBM di Nave, con la partecipazione dei 28 studenti iscritti al primo anno

16/10/2021

Green pass, piena operatività nelle aziende

Secondo un'indagine di Confindustria Brescia su quasi 300 aziende associate, il 93% del campione non ha riscontrato alcun problema nella gestione dei controlli; il 77% ha effettuato controlli sulla totalit dei lavoratori.

16/10/2021

In vacanza col trinomio turismo-salute-sicurezza

presto per un bilancio generale del turismo 2021, ma possibile riflettere su alcune novit osservate nei mesi estivi. Vediamone alcune

15/10/2021

Cercasi part-time impiegato tecnico-sportivo

La proposta arriva dall'Azienda Speciale Albatros, che poi la "municipalizzata" di Lumezzane. 20 ore settimanali. Domande da consegnare entro il 2 novembre alle 12. Ecco tutti i particolari

13/10/2021

Prima assemblea per il presidente Gussalli Beretta

Luned a Pisogne la prima assemblea generale del mandato del nuovo presidente di Confindustria Brescia. Relatori di spicco per la parte pubblica con il convegno intitolato "Mobilitiamoci"

21/09/2021

Buona adesione alla campagna «Un vaccino per tutti»

A pochi giorni dal lancio numerose sono le aziende che hanno gi aderito all'iniziativa. Il presidente Franco Gussalli Beretta:

17/09/2021

Metalmeccanica: nel 2° trimestre 2021 si consolida il recupero della produzione

La crescita della meccanica rispetto allo stesso periodo del 2020 è pari al +31,0%, quella della metallurgia al +39,3%; nei primi sei mesi del 2021, su base annua, la meccanica e la metallurgia hanno guadagnato rispettivamente il 30% e il 50%. Permangono le preoccupazioni legate ai rincari delle materie prime

11/09/2021

Lavoro in somministrazione, importante incremento nel secontro trimestre

Secondo i dati forniti dalle Agenzie per il Lavoro, la domanda di lavoratori in somministrazione nel bresciano mostra un deciso e inedito incremento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, pari al +106%.

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier