Skin ADV
Mercoledì 08 Aprile 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

Giuliana Franchini
Psicologa, psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene
Giuseppe Maiolo
Psicoanalista e docente di Educazione alla sessualità all''Università di Bolzano. Si occupa di formazione dei genitori e di disagio giovanile
Officina del Benessere, Puegnago, tel. 0365.651827
 
 




12 Gennaio 2015, 10.00

Genitori & Figli

I legami che non aiutano

di Giuseppe Maiolo
I legami tra genitori e figli sono fili sottili che alimentano i rapporti o che li rendono soffocanti

C'è in fondo un doppio significato nella parola legame: uno buono e costruttivo che permette lo sviluppo e la crescita, l'altro negativo e terribile che appunto lega o imprigiona.
Quando prevale questo secondo aspetto è giusto parlare di condizionamenti e manipolazioni che  impediscono l'autonomia e non fanno "volare".

Per lungo tempo i figli possono non essere consapevoli delle manovre manipolatorie dei loro genitori e, solo quando con l'adolescenza fanno le prime prove di volo, lo strappo è faticoso, alle volte impossibile.
E' allora che lo scontro diventa feroce perchè un ragazzo o una ragazza fanno di tutto per liberarsi, ma solo apparentemente ci riescono.

Dalla tela i giovani spesso fanno fatica ad uscire e oggi per lo più essi si adagiano in quella rete solo apparentemente comoda. Altri invece sanguinanti, finiscono in altre trappole e rischiano di rimanere a lungo prigionieri.
Vien da chiedersi allora quali sono quei fili sottili e stritolanti che un genitore, anche inconsapevolmente, può tessere attorno ad un figlio.

Proverò ad elencarne alcuni.

1. Far pesare ai figli quell che si è fatto per loro.
Non è infrequente che un genitore pensi: "Dopo tutto quello che ho fatto per te, questo è il ringraziamento...".
E' la situazione classica di chi inserisce nel legame il sentimento di colpa perchè il proprio figlio si debba sentire eternamente in debito per quello che gli è stato dato e rinunci ad allontanarsi.
Potrà andarsene creandosi altri legami, e in molti casi lo fa con una incredibile lacerazione, ma in profonidtà resterà sempre avvinghiato a quel genitore e faticherà non poco a costruire rapporti soddisfacenti e sereni con un partner.

2. Esagerare i pericoli della vita.
E' un altro modo sottile per impedire che i figli si stacchino e diventino autonomi mettendosi alla prova.
E' il caso del genitore che dipinge la realtà sempre più terribile di quello che è. Fin da piccolo al bambino viene presentato il mondo come un covo di lupi e di profittatori.
Dietro le parole "Stai attento a fidarti degli altri!" c'è di solito un desiderio assoluto di possesso e una profonda gelosia che incatena.

3. Far pesare ai figli i propri problemi.
E' un altro filo invisibile e in qualche caso perverso che si insinua nel rapporto quando un genitore carica sulle spalle del proprio figlio il compito di accuparsi per sempre delle sue difficoltà e del suo malessere.
Appartengono a questa categoria quei genitori che esplicitamente o implicitamente chiedono ai figli di essere accuditi e consolati in nome di quell'amore che loro hanno profuso.
In qualche caso anche la malattia fisica è uno strumento per mantenere legati a sè i propri figli che vivranno ogni allontanamento con un forte sentimento di colpa.

4. Fare la vittima.
E' un versante di manipolazione molto vicino a quello precedente.
Il genitore che fa la vittima con il proprio figlio utilizza un'arma sottile ma di sicuro effetto.
Frasi come:  "Se fosse per te potrei anche morire" oppure "Io non conto niente" sono espressioni cariche di una potenza aggressiva che colpiscono al cuore il figlio o la figlia e se protratte nel tempo incastrano e bloccano l'energia perchè, in questo caso il genitore sottilmente fa prevalere i propri bisogni al bene reale del proprio figlio. 

Giuseppe Maiolo

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
03/03/2012 10:00:00
Due incontri per avvicinare genitori e figli Un miniciclo dal titolo "Problemi educativi tra genitori e figli, strategie di cambiamento" è stato promosso da Coordinamento genitori e Comune nelle serate del 6 e 13 marzo

06/05/2015 14:41:00
Mala Educaciòn Mi capita spesso di incontrare genitori che si lamentano dei figli adolescenti, ma non solo, segnalano anche il disagio per l'utilizzo da parte dei ragazzi di parolacce ad ogni piè sospinto

29/04/2015 08:22:00
Le parole nella separazione Terzo incontro del ciclo GENITORI IN FORMAzione questo giovedi 30 aprile 2015 nella sala Consiliare di Roè Volciano. Relatrice la dottoressa Ilaria Marchetti, mediatrice familiare e conduttrice di "gruppi di parola"

31/07/2014 08:15:00
In vacanza coi figli Il tempo della vacanza è il tempo in cui cambiano i ritmi quotidiani e andare in vacanza con i figli richiede programmazione e preparazione

18/11/2018 08:00:00
Madri che uccidono Uccidere i figli e togliersi la vita è un gesto che ti appare mostruoso, inconcepibile, innaturale e contrario all’idea che abbiamo delle madri che i figli li mettono al mondo e li fanno crescere.



Notizie da Genitori e Figli
11/02/2020

Per un'educazione digitale

Il Safe Internet Day (SID) che si celebra quest’anno punta ancora alla sicurezza in Rete con lo slogan “Connessi e sicuri”


02/12/2019

Educare i maschi

Hanno fatto scalpore i dati recenti dell’Istat che ci hanno mostrato uno scenario sconvolgente sulla violenza alle donne, la quale colpisce nel corso della vita il 31,5% delle 16-70enni, ovvero più di 6 milioni...


07/10/2019

Mamme tigri e figli stressati

La “mamma-tigre” è ormai una metafora nota. Descrive un modello educativo materno che, negli ultimi anni, si è diffuso anche da noi.

18/11/2018

Madri che uccidono

Uccidere i figli e togliersi la vita è un gesto che ti appare mostruoso, inconcepibile, innaturale e contrario all’idea che abbiamo delle madri che i figli li mettono al mondo e li fanno crescere.

20/06/2015

Tempo di esami

Tempo di bilanci per gli studenti, ovvero tempo di esami. E con questi ansia e stress. Perché gli esami, si sa, sono una messa alla prova, una verifica per poter passare da un livello ad un altro

06/05/2015

Mala Educaciòn

Mi capita spesso di incontrare genitori che si lamentano dei figli adolescenti, ma non solo, segnalano anche il disagio per l'utilizzo da parte dei ragazzi di parolacce ad ogni piè sospinto

29/04/2015

Le parole nella separazione

Terzo incontro del ciclo GENITORI IN FORMAzione questo giovedi 30 aprile 2015 nella sala Consiliare di Roè Volciano. Relatrice la dottoressa Ilaria Marchetti, mediatrice familiare e conduttrice di "gruppi di parola"

21/04/2015

L'elogio del dubbio 2

È ripartito anche  quest’anno il ciclo di incontri di Educativa Familiare denominato GENITORI IN FORMAzione. Il primo incontro di questo percorso si è tenuto martedì scorso a Villanuova sul Clisi e il secondo avrà luogo a Barghe questa sera


23/03/2015

Il legame fraterno

La relazione che lega i fratelli può essere semplice e allo stesso tempo complessa, ma costituisce il primo rapporto affettivo che potremmo definire orizzontale perché si sviluppa tra pari


10/03/2015

Cyberbullismo

Alcuni giorni fa la RAI ha trasmesso un video mostrando un episodio di bullismo: una ragazza di 17 anni che con inaudita violenza aggredisce un’altra ragazza di 12 anni

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier