Skin ADV
Lunedì 24 Gennaio 2022
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

Giuliana Franchini
Psicologa, psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene
Giuseppe Maiolo
Psicoanalista e docente di Educazione alla sessualità all''Università di Bolzano. Si occupa di formazione dei genitori e di disagio giovanile
Officina del Benessere, Puegnago, tel. 0365.651827
 
 




12 Gennaio 2015, 10.00

Genitori & Figli

I legami che non aiutano

di Giuseppe Maiolo
I legami tra genitori e figli sono fili sottili che alimentano i rapporti o che li rendono soffocanti

C'è in fondo un doppio significato nella parola legame: uno buono e costruttivo che permette lo sviluppo e la crescita, l'altro negativo e terribile che appunto lega o imprigiona.
Quando prevale questo secondo aspetto è giusto parlare di condizionamenti e manipolazioni che  impediscono l'autonomia e non fanno "volare".

Per lungo tempo i figli possono non essere consapevoli delle manovre manipolatorie dei loro genitori e, solo quando con l'adolescenza fanno le prime prove di volo, lo strappo è faticoso, alle volte impossibile.
E' allora che lo scontro diventa feroce perchè un ragazzo o una ragazza fanno di tutto per liberarsi, ma solo apparentemente ci riescono.

Dalla tela i giovani spesso fanno fatica ad uscire e oggi per lo più essi si adagiano in quella rete solo apparentemente comoda. Altri invece sanguinanti, finiscono in altre trappole e rischiano di rimanere a lungo prigionieri.
Vien da chiedersi allora quali sono quei fili sottili e stritolanti che un genitore, anche inconsapevolmente, può tessere attorno ad un figlio.

Proverò ad elencarne alcuni.

1. Far pesare ai figli quell che si è fatto per loro.
Non è infrequente che un genitore pensi: "Dopo tutto quello che ho fatto per te, questo è il ringraziamento...".
E' la situazione classica di chi inserisce nel legame il sentimento di colpa perchè il proprio figlio si debba sentire eternamente in debito per quello che gli è stato dato e rinunci ad allontanarsi.
Potrà andarsene creandosi altri legami, e in molti casi lo fa con una incredibile lacerazione, ma in profonidtà resterà sempre avvinghiato a quel genitore e faticherà non poco a costruire rapporti soddisfacenti e sereni con un partner.

2. Esagerare i pericoli della vita.
E' un altro modo sottile per impedire che i figli si stacchino e diventino autonomi mettendosi alla prova.
E' il caso del genitore che dipinge la realtà sempre più terribile di quello che è. Fin da piccolo al bambino viene presentato il mondo come un covo di lupi e di profittatori.
Dietro le parole "Stai attento a fidarti degli altri!" c'è di solito un desiderio assoluto di possesso e una profonda gelosia che incatena.

3. Far pesare ai figli i propri problemi.
E' un altro filo invisibile e in qualche caso perverso che si insinua nel rapporto quando un genitore carica sulle spalle del proprio figlio il compito di accuparsi per sempre delle sue difficoltà e del suo malessere.
Appartengono a questa categoria quei genitori che esplicitamente o implicitamente chiedono ai figli di essere accuditi e consolati in nome di quell'amore che loro hanno profuso.
In qualche caso anche la malattia fisica è uno strumento per mantenere legati a sè i propri figli che vivranno ogni allontanamento con un forte sentimento di colpa.

4. Fare la vittima.
E' un versante di manipolazione molto vicino a quello precedente.
Il genitore che fa la vittima con il proprio figlio utilizza un'arma sottile ma di sicuro effetto.
Frasi come:  "Se fosse per te potrei anche morire" oppure "Io non conto niente" sono espressioni cariche di una potenza aggressiva che colpiscono al cuore il figlio o la figlia e se protratte nel tempo incastrano e bloccano l'energia perchè, in questo caso il genitore sottilmente fa prevalere i propri bisogni al bene reale del proprio figlio. 

Giuseppe Maiolo

Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
24/07/2021 08:03
Il gioco come confronto. Ovvero, educare anche alla sconfitta Da pi parti e da tempo, ormai, si dice che nell'educare serve fornire il senso del limite, contenere gli eccessi, dare un confine alle richieste, moderare le pretese


03/03/2012 10:00
Due incontri per avvicinare genitori e figli Un miniciclo dal titolo "Problemi educativi tra genitori e figli, strategie di cambiamento" stato promosso da Coordinamento genitori e Comune nelle serate del 6 e 13 marzo

06/05/2015 14:41
Mala Educaciòn Mi capita spesso di incontrare genitori che si lamentano dei figli adolescenti, ma non solo, segnalano anche il disagio per l'utilizzo da parte dei ragazzi di parolacce ad ogni piè sospinto

29/04/2015 08:22
Le parole nella separazione Terzo incontro del ciclo GENITORI IN FORMAzione questo giovedi 30 aprile 2015 nella sala Consiliare di Roè Volciano. Relatrice la dottoressa Ilaria Marchetti, mediatrice familiare e conduttrice di "gruppi di parola"

31/07/2014 08:15
In vacanza coi figli Il tempo della vacanza è il tempo in cui cambiano i ritmi quotidiani e andare in vacanza con i figli richiede programmazione e preparazione



Notizie da Genitori e Figli
13/11/2021

I giochi violenti di Squid Game

Da quasi due mesi si sta parlando di Squid Game, il "Gioco del calamaro" la serie TV coreana che sta spopolando


14/09/2021

Il silenzio degli innocenti. Le vittime inascoltate dei bulli

Valentina ha sperato ogni giorno che i suoi compagni potessero avere compassione di lei e prima o poi la lasciassero in pace, almeno durante la pausa, quando gli altri si divertivano e lei si cercava una tana dove sparire. Ma inutile


04/08/2021

Dal DDL Zan all'educazione e alla prevenzione dell'omofobia

Il grande dibattito attorno al DDL Zan evidenzia lo scontro politico in atto ma anche quanto ci sia ancora da fare per contrastare la violenza nei confronti delle diversit e in particolare quelle riguardanti la sessualit

24/07/2021

Il gioco come confronto. Ovvero, educare anche alla sconfitta

Da pi parti e da tempo, ormai, si dice che nell'educare serve fornire il senso del limite, contenere gli eccessi, dare un confine alle richieste, moderare le pretese


19/07/2021

Sfruttamento sessuale dei minori. Una piaga da combattere

C' da rimanere sconvolti a leggere i dati diffusi qualche giorno fa dal Garante della Privacy sui minori in rete

10/07/2021

In vacanza da soli. Adolescenti alla ricerca dell'autonomia

L'estate gi iniziata e le vacanze pure. Per la generazione del lockdown, oltre alla sensazione di una libert riconquistata data dall'allentamento delle restrizioni, c' anche un appuntamento importante per la crescita: la vacanza da soli

05/07/2021

Sfide e sport estremi, cosa ci sta dietro questi comportamenti

La notizia del ragazzo trovato morto la settimana scorsa alla stazione di Merano impressiona e sconvolge

26/06/2021

L'estate della ripresa e i progetti per il benessere familiare

Dopo il lungo tempo dell'allarme, sembra arrivare un po' di leggerezza. Ci prepariamo ad una nuova estate che speriamo serva a noi e ai figli per recuperare benessere psicologico e ridurre gli effetti dello stress

18/06/2021

Trovare risposte urgenti al disagio giovanile

"Sento sulle mie spalle, come un macigno, il peso degli sguardi scettici, prevenuti, schifati e impauriti" scriveva cos Seid Visin, il ragazzo 20enne di Nocera Inferiore che si suicidato pochi giorni fa

15/06/2021

Le parole di odio in rete. Una forma di violenza da conoscere e arginare

"Vai a lavorare cretino!" e "Sei un escremento di rinoceronte" sono solo alcuni dei messaggi offensivi che il professor Roberto Burioni, virologo di fama, ha ricevuto nelle settimane scorse sui social

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier