Gli alpini sono pronti
di Claudio Leni

In tempo di Covid, a Lodrino si è consumata una festa all’insegna del ricordo e della sobrietà, ma pur sempre con lo spiedo


E’ strano vedere nella nostra Pineta gli Alpini, notoriamente portati ad organizzare in allegria balli e tavolate, realizzare una festa centrata sulla S. Messa celebrata dal concittadino padre Tarcisio, in cui si ricordavano gli Alpini che sono scomparsi (loro dicono “andati avanti”), anche a causa del Covid, in particolare si è sentita l’assenza di Giuseppe Pedersoli che, nelle precedenti occasioni, leggeva la Preghiera dell’Alpino. 

La presenza del reduce Vigilio Bettinsoli non è mancata ed ha ricevuto  applausi e saluti.

La funzione è stata particolarmente partecipata e silenziosa fino al termine, quando tutti i presenti si sono incolonnati per ricevere lo spiedo con la polenta prenotati in precedenza.

Confidiamo che questo maledetto virus
si allontani in fretta dalle nostre comunità, città e Nazioni, così da poter tornare alla vita di sempre: gli Alpini sono pronti!

Claudio Leni

200803Lodrino.jpg