Mortale lungo la Sp 19
di val.

E' la strada che unisce la Valtrompia alla Franciacorta. La vittima è un giovane residente a Sabbio Chiese, Muammar Babar Hussain, morto fra le lamiere del suo furgoncino



L'incidente è avvenuto nel primo pomeriggio fra i territori di Concesio e Gussago, nei pressi del piazzale dove una volta si posizionavano i russi con le loro mercanzie e l'esatta dinamica è al vaglio degli agenti della Stradale di Brescia.

Secondo una prima ricostruzione, forse a causa di un malore, il 27enne alla guida del suo Doblò stava salendo in direzione della Valtrompia, quando ha sbandato sulla sinistra.
L’autista del camion carico di ottone che scendeva dall’altra parte si è spostato tutto sulla destra, andando a sbattere anche contro il muretto che in quel punto delimita la carreggiata.

Ma non è riuscito ad evitare l’impatto, violentissimo, che ha ridotto il furgoncino ad un ammasso di lamiere.
Inutile a quel punto l’intervento dell’equipaggio dell’eliambulanza, il primo ad arrivare sul posto.
Per Babar Hussain non c’era più niente da fare, era morto sul colpo. Ferito, in modo per fortuna non grave, anche l’autista del mezzo pesante.

La notizia della tragica scomparsa del 27enne Muammar Babar Hussain è rimbalzata nel pomeriggio a Sabbio Chiese.
Ai carabinieri della locale stazione il compito di avvisare la mamma, che vive con i figli in Via Caduti dei Lagher, mentre il parte è venuto a mancare a settembre dello scorso anno.

Babar Hussain non era molto conosciuto a Sabbio Chiese.
I conoscenti lo descrivono come un bravo ragazzo, sempre gentile e senza grilli per la testa.
Di mestiere faceva il corriere per conto di una ditta della zona e si spostava col Doblò bianco di sua proprietà sul quale è rimasto ucciso.

200506mortale.jpg 200506mortale.jpg