La danza racconta la «Tempesta» di Shakespeare
di Davide Vedovelli

Una narrazione teatrale danzante che andrà in scena al Teatro Sociale di Brescia dal 29 novembre al 1 dicembre con la coreografia di Giuseppe Spota 


“Nello studiare il testo un’immagine mi ha condotto all'altra (come succede nella storia di Shakespeare, in un continuo effetto domino), dando la possibilità all’immaginazione di espandersi. Proprio come in un viaggio, in ogni tappa il corpo e il movimento cambiano e si evolvono, attirando il pubblico dentro un mondo magico”. 

Così Giuseppe Spota introduce “Tempesta”, la produzione Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto, coprodotta da CTB Centro Teatrale Bresciano e Teatro Stabile del Veneto, con il sostegno di Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, che ha debuttato con grande successo di pubblico e critica lo scorso giugno al Piccolo Teatro di Milano.
 
Lo spettacolo per 16 danzatori sarà in scena sul palco del Teatro Sociale di Brescia (via F. Cavallotti, 20) dal 29 novembre all’1 dicembre e vede la coreografia di Giuseppe Spota, le musiche originali di Giuliano Sangiorgi, la drammaturgia di Pasquale Plastino, mentre Antonio Audino ha curato la consulenza critica, Giacomo Andrico le scene, Francesca Messori i costumi e Carlo Cerri le luci.
 
Lo spettacolo è inserito nella Stagione di Prosa 2018/2019, realizzata grazie al sostegno di Gruppo A2A di Brescia, Fondazione ASM, Fondazione Cariplo e Fondazione della Comunità Bresciana Onlus.
 
Con “Tempesta” si affronta una sfida: mettere alla prova la danza e la sua capacità di raccontare storie e personaggi di una narrazione teatrale, illuminandoli in modo originale e osservandoli da nuovi punti di vista. Tradurre in gesto e movimento la densa scrittura dell’ultima opera di Shakespeare, il suo testamento spirituale, garantendo una chiara leggibilità della storia. 
 
La creazione coreografica si misura quindi con la narrazione, senza però rinunciare ad aprire dimensioni visionarie ed evocative, lasciando anzi emergere tutta la poeticità del testo.
 
Ed è proprio da una tempesta che lo spettacolo prende avvio, quella tempesta che, possiamo immaginare, ha portato Prospero e Miranda a naufragare sull'isola. Si ripercorre così la linea degli eventi delineata da Shakespeare, evidenziando alcuni nuclei tematici di forte profondità umana come l’amore, la schiavitù e la libertà, il rovesciamento della vendetta in perdono.
 
Un viaggio in cui il corpo e il movimento cambiano e si evolvono, creando un dialogo che coinvolge il pubblico.
 
Per andare al cuore di una delle più straordinarie invenzioni pensate per la scena dal grande scrittore inglese, lo spettatore viene accompagnato dai movimenti dei sedici danzatori in questo viaggio sull’isola di Prospero e Calibano, immerso in un’atmosfera magica, potente tanto quanto il dramma di Shakespeare. 
 
Si vive il desiderio d’amore di Miranda e Ferdinando, ma anche il rancore che divide due fratelli sin da bambini – un gioco di potere che si risolve in un messaggio insolito di perdono.
 
Biglietti

Intero platea 27€
galleria centrale 19€
galleria laterale 13€
 
Ridotto gruppi* platea 24€ 
galleria centrale 17€
galleria laterale 12€
 
Ridotto speciale** platea 19€
galleria centrale 14€
galleria laterale 11€
 
Ridotto cambio turno*** platea 10€ 
galleria centrale 8€
galleria laterale 5€
 
Riduzioni
* riservato a cral aziendali, biblioteche, gruppi appartenenti ad associazioni ed enti legalmente riconosciuti e convenzionati con il CTB;
** riservato a giovani fino a 25 anni, ultrasessantacinquenni e possessori di carta argento;
*** riservato agli abbonati della stagione 2018.2019 che devono effettuare un cambio turno.
 
Acquisto presso:
TEATRO SOCIALE
Via Felice Cavallotti, 20 - Brescia
Tel. +39 030 2808600
biglietteria@centroteatralebresciano.it
 
Orari botteghino
- nei giorni di apertura della biglietteria:
feriali dalle 16.00 alle 19.00;
domenica dalle 15.00 alle 18.00
- da 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo. 

Foto dal sito del Centro Teatrale Bresciano
181126-tempesta-ph.ctb.jpg