Perchè proteggere la nostra rete Wifi?
di Roberto Berardi

Vi siete mai chiesti perchè alcune reti wireless sono protette da password e altre no? Cerchiamo di capire l'importanza di una ottima protezione.



Oltre un quarto degli utenti di Internet in tutto il mondo utilizza il WiFi a casa o in giro per connettersi ai siti ed alle applicazioni web da computer o da cellulare.
installare oggi una rete senza fili o wireless è davvero semplice ed economico. Il problema è che molte persone, però, ignorano completamente cosa significa proteggere la rete wifi da intrusioni esterne e trascurano di mettere al sicuro la rete wifi di casa.

Bisogna invece pensare alla rete WiFi domestica come fosse la porta d'ingresso di casa nostra, a cui occorre mettere una serratura blindata per garantirsi che nessun estraneo possa entrare senza permesso.
E' importante sapere che quando i dati transitano su una rete WiFi non protetta essi possono essere intercettati da qualcuno nelle vicinanze.

L'esempio più banale è il vicino di casa che sfrutta "a scrocco" la nostra connessione internet per farsi i fatti propri, rallentando la connessione in generale. In casi più gravi può avvenire un vero e proprio furto di dati come le password degli account dei siti web o, peggio ancora, una navigazione impropria, creando danni a noi da un punto di vista legale.

La protezione della rete wifi è necessaria a mantenere i nostri dati personali al sicuro quando ci si collega a internet, sia da casa che nei bar o in altri luoghi, tutti dovrebbero seguire i seguenti passaggi per proteggere i dispositivi connessi in rete e metterli al sicuro da possibili intrusioni esterne.

La mia rete di casa (o dell'ufficio) è sicura? La domanda a cui dobbiamo rispondere è: gli amici hanno bisogno di inserire una password per navigare in internet col loro cellulare quando ci vengono a trovare a casa, almeno la prima volta.
Se non ci sono password significa che la rete è libera e che chiunque può entrarci liberamente (nelle vicinanze ovviamente).

Chi usa un router già configurato come quelli di Alice o Fastweb, con la rete protetta già da una password predefinita lunga, dovrebbe considerare l'idea di cambiare tale password, sia per comodità nel ricordarla, sia per evitare di usare password generate da sistemi automatici (qui l'argomento richiederebbe un articolo a parte).

In ogni caso contattate il vostro tecnico di fiducia per una semplice verifica della vostra sicurezza e soprattutto non sottovalutatela mai!

Per qualsiasi dubbio o domanda potete scrivere a info@brinformatica.it

wifi.png