In Valtrompia chiudono alcuni uffici postali
di Natalia Monti

A fare le spese maggiori della politica di tagli e chiusure delle Poste Italiane, sarà la Valle del Mella, dove si rinuncerà a ben 3 uffici 


Chiusure e riduzioni agli orari d'apertura al pubblico interesseranno numerosi uffici postali dell'area del bresciano, ma del territorio, la zona geografica che resterà maggiormente mutilata è proprio la Valle del Mella.

La situazione generale prevede la chiusura di 8 sportelli e i tagli all'orario di altrettanti uffici, ma nel dettaglio è l'area triumplina quella con la maggior concentrazione di chiusure: 3 sportelli verranno eliminati e sono quello di Cogozzo, frazione di Villa Carcina, quello di Brozzo di Marcheno e quello di Magno di Gardone.

Nessun'altra area del bresciano è stata tanto penalizzata: la Bassa perde gli uffici di Mazzano e Castelletto di Leno, la Franciacorta solo quello di Provezze, in città chiuderà l’ufficio di Botticino Mattina e in Valcamonica quello di Cogno.

E sebbene Poste Italiane continui ad assicurare la capillarità del servizio, dubbi, preoccupazioni e polemiche non mancheranno, così come non tarderanno a presentarsi disagi e problematiche, soprattutto per la popolazione anziana.
poste-italiane.jpg