Partecipare per cambiare
di Laura

C'è tempo fino a venerdì 13 giugno per partecipare al confronto delle linee guida emanate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri riguardo la riforma del "terzo settore"



«Per realizzare il cambiamento economico, sociale, culturale, istituzionale di cui il Paese ha bisogno, è necessario che tutte le diverse componenti della società italiana convergano in un grande sforzo comune.
Il mondo del terzo settore può fornire un contributo determinante a questa impresa, per la sua capacità di essere motore di partecipazione e di autorganizzazione dei cittadini, coinvolgere le persone, costruire legami sociali, mettere in rete risorse e competenze, sperimentare soluzioni innovative».


Con queste premesse
, il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha sottoposto alle organizzazioni del non profit (in particolare a quelle appartenenti al Comitato editoriale di Vita, riunite nella redazione milanese del mensile martedì scorso) la proposta di legge di riforma del terzo settore.

«
Sono qui non per un tributo a questo mondo - ha aggiunto - ma per costruire una visione nuova della nostra comunità».
Il primo ministro - che ha sempre definito il non profit «non il terzo, ma il primo settore» - ha inoltre annunciato gli Stati Generali del non profit da tenersi in autunno durante il semestre di presidenza europea.

Tra gli obiettivi principali della riforma vi è quello di costruire un nuovo welfare partecipativo, chiamando in causa, nel processo decisionale e attuativo delle politiche sociali, i cittadini, i corpi intermedi e il terzo settore al fine di ammodernare le modalità di organizzazione ed erogazione dei servizi.
Un secondo obiettivo è valorizzare lo straordinario potenziale di crescita e occupazione insito nell’economia sociale e nelle attività svolte dal terzo settore.
Il terzo obiettivo è premiare in modo sistematico con adeguati incentivi e strumenti di sostegno tutti i comportamenti donativi o comunque prosociali dei cittadini e delle imprese, finalizzati a generare coesione e responsabilità soci.

Per inviare le  proposte ed eventuali suggerimenti, scrivete all'indirizzo terzosettorelavoltabuona@lavoro.gov.it. La consultazione sarà aperta fino al 13 giugno.

Nelle due settimane successive il Governo predisporrà il disegno di legge delega che sarà approvato dal Consiglio dei Ministri il giorno 27 giugno 2014.
 

Terzo_settore.jpg