Il Treatro a Marcheno con una storica 'Passio' triumplina
di Erregi

Venerdě 7 giugno alle ore 21 il santuario della Madonnina accoglie un altro evento che ne ricorda il 400° dalla fondazione: uno spettacolo di Treatro terrediconfine intitolato "Mayor gremeza il mund no pothevela ancor aver"

 
Dopo il video "Oggi come ieri" che rievocava un episodio storico realmente accaduto e alla base della nascita del santuario della Madonnina, per il 400° anniversario della sua consacrazione continuano gli appuntamenti e venerdì 7 giugno alle 21 il ritrovo è proprio presso il santuario marchenese di via Madonnina.
 
Un altro spettacolo teatrale, che rientra nella "Proposta" di Treatro terrediconfine e porta il titolo "Mayor gremeza il mund no pothevela ancor aver" con Franca Ferrari, Stefania Ghisla e Pietro Mazzoldi in scena e un coro formato da Chiara Becchetti, Camilla Mangili, Susanna Martinelli, Paola Gares, Francesca Zubani, Stefania Ghisla.
 
La recitazione di frammenti di una passio del XIV secolo, recuperata in quel di Bovegno alcuni decenni fa, si mescola e si integra con una prima parte che, ripercorrendo alcuni brani del testo di Erri De Luca “In nome della madre”, inaugura la vita del Cristo.
 
Da una parte una giovane sposa, Miriàm, che si abbacina per la visione santa dell’arcangelo Gabriele e partorisce da sola in una stalla afflitta dal pensiero “di chi è questo figlio perfetto… il suo nome stanotte è Solamente Mio” . Dall’altra una Madre, quasi divinità arcaica, che si commuove sulla perdita del figlio come tante altre madri davanti alla crudeltà dell’esistere.
 
Nascita e morte si contrappongono in una sorta di sacra rappresentazione agita con l’intensità di un tracciato drammaturgico nella spiritualità popolare. Filo rosso tra le due parti è un coro di donne, rimando di processioni di paese, che compie un percorso gestuale su canti religiosi della tradizione della Valtrompia. 
 
Appuntamento venerdì 7 giugno alle ore 21 presso il santuario della Madonnina di Marcheno.