Nove «Schegge di cinema» all'Odeon di Lumezzane
di Luigi Zanardelli

La rassegna ideata e curata da Enrico Danesi terr compagnia ai cinefili fino al prossimo 13 marzo, con appuntamenti ogni mercoled alle 20.30 al teatro Odeon: 7 film degli anni Duemila e altri due del 1972 e 1995 inseriti nella mini-rassegna "Cinema (di)vino e di birra"

 
Saranno “Schegge di cinema” che non possono lasciare indifferenti gli appassionati cinefili quelle che stasera cominceranno a lasciare il segno al teatro Odeon di via Marconi a Lumezzane.
 
Una rassegna da diversi anni curata da Enrico Danesi con appuntamenti settimanali che si ripeteranno ogni mercoledì sino al 13 marzo.
 
Si comincia stasera alle 20.30 con “Gran Torino” di Clint Eastwood, primo film della sezione “Bagliori dal nuovo millennio: sette film degli anni Duemila”.
 
Mercoledì 23 gennaio invece appuntamento con “Le vite degli altri” di Florian Henckel Von Donnersmarck, il 30 gennaio la delicata commedia “Il concerto” di Radu Mihaileanu, mentre il 6 febbraio appuntamento fantascientifico con “La promessa dell’assassino” di David Cronenberg.
 
Mercoledì 13 febbraio “Le conseguenze dell’amore” di Paolo Sorrentino, il 20 febbraio un capolavoro firmato Kim-ki Duk intitolato “Primavera, estate, autunno, inverno e ancora primavera” e il 27 febbraio chiusura con “Amores Perros” di Alejandro Gonzalez Inarritu”.
 
Una chiusura parziale, perché il mercoledì successivo (6 marzo) avrà inizio la mini-rassegna “Cinema “(di)vino e di birra” con la proiezione de “La più bella serata della mia vita” di Ettore Scola, seguita il 13 marrzo da “I fratelli McMullen” di Edward Burns. Al termine dei due film degustazione di birre artigianali.
 
Nelle foto, dall'alto in basso: alcune sequenze tratte da "Le vite degli altri", "La promessa dell'assassino", "Primavera, estate, autunno, inverno ... e ancora primavera", " I fratelli McMullen".