Il progetto di «Orienteering» sulle colline di Bovezzo
di Vanessa Maggi

La "Casa nella Natura" inaugurata due anni fa nell'ex ovile Rampinelli e gestita dall'associazione Gian si arricchita di un'altra proposta didattica, ideata dall'assessore Mario Folli per far scoprire a tutti le montagne sopra Bovezzo

 
Il 29 maggio di due anni fa veniva inaugurata la “Casa nella Natura” (foto 3) nell’ex ovile Rampinelli sulle balze verdi che sovrastano l’abitato di Bovezzo.
 
Un progetto fortemente voluto dall’assessore all’Ambiente Mario Folli e la cui gestione è stata affidata da subito al Gian (Gruppo italiano amici della natura), associazione di salvaguardia ambientale.
 
“I responsabili del gruppo locale – precisa Mario Folli – hanno avuto sin dal principio l’obbligo di aprire la struttura ogni due fine settimana, operando per il mantenimento del fondo prativo e del marroneto, che nello scorso inverno ha subito un drastico intervento per liberarlo dal cancro del castagno (intervento del Parco delle colline con finanziamento regionale)”.
 
Un’opera importante che è stata dotata di un barbecue, una fontana ricavata da un tronco, una cisterna per l’accumulo dell’acqua e una pozza che, alimentata da una vicina sorgente, torna utile per mostrare a bambini e ragazzi le fasi di riproduzione degli anfibi.
 
E dai giorni scorsi è luogo privilegiato per un’ulteriore proposta didattica, ossia l’orienteering, ossia quella disciplina mutuata dai paesi del Nord Europa con la quale orientarsi in montagna o in luoghi immersi nella natura incontaminata.
 
“Grazie al supporto del Gian, di Cesare Benedini e Angelo Magrograssi – spiega l’assessore Mario Folli – abbiamo disposto un tracciato di paletti molto ben nascosti nel terreno e utili per conoscere meglio le colline bovezzesi, ovviamente bussola e cartina alla mano”.
 
Un progetto che va ad arricchire una struttura già perfettamente funzionante e che nei piani futuri vorrebbe costruire anche una piastra per l’osservazione astronomica, un’area giochi e una piccola fattoria didattica per trasformare questo luogo in un veicolo di apprendimento culturale.
 
Per maggiori informazioni e prenotazioni per le attività di orienteering contattare Nora del Gian al numero 333.8011892. 
orienteering.jpg orienteering.jpg orienteering.jpg