L'omaggio del mondo ai libri
di Redazione

Il 23 aprile si celebra la "Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore" fissata dall'Unesco al 23 aprile da sedici anni a questa parte. Una data simbolo nella quale nacque e morě William Shakespeare

 
Il 23 aprile del 1996 in Catalogna fiorì l’idea di una “Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore”. Una celebrazione che coincideva con la festa di San Giorgio, per la quale un’usanza medievale catalana suggeriva di regalare una rosa alla propria donna: fu così che profittando di questo rito i librai regalano tuttora una rosa ad ogni acquisto libresco.
 
Un 23 aprile che non è stato mondialmente scelto a caso dall’Unesco, giacché proprio in questa data nacque nel 1564 William Shakespeare che per destino pare morisse sempre il 23 aprile del 1616.
 
Un anno quest’ultimo che vide abbandonare le spoglie terrene, sempre il 23 di aprile, anche agli scrittori Garcilaso De Vega e Miguel de Cervantes (anche se la coincidenza è apparente, giacché in Spagna c’era il calendario Gregoriano e nel Regno Unito quello Giuliano).
 
E oggi una giornata che si fa invito alla lettura, alla pubblicazione dei libri, alla loro diffusione e al rispetto per la proprietà intellettuale d’autore. 
libro_e_rosa.jpg