Migliaia di pesci morti nel Mella
di Andrea Alesci

Da Concesio a Fenili Belasi il fiume ha portato a galla tra venerdì e sabato centinaia di tonnellate di pesci senza vita. Subito partiti gli accertamenti di Asl e Arpa, oltre alle indagini della polizia provinciale

 
Migliaia di pesci morti hanno invaso il letto del fiume Mella nella notte tra venerdì e sabato scorsi. Un fenomeno che ha lambito anche una parte triumplina dell’alveo, interessando il pezzo di fiume che scorre nel territorio di Concesio.
 
Un’inspiegabile moria che ha riguardato proprio tutta la zona a sud di Concesio, scendendo verso la città e proseguendo fino a Fenili Belasi.
 
Nella giornata di sabato i tecnici di Arpa e Asl si sono dati da fare effettuando una serie di campionamenti dell’acqua e raccogliendo più tracce possibili da passare poi al microscopio per scoprire quale possa essere stata la sostanza che ha provocato l’eccidio ittico.
 
Un'indagine alla quale ha preso parte anche la Polizia provinciale, per capire se all’origine dell’inquinamento ci sia un comportamento dannoso di qualcuno, come può essere uno sversamento di uno scarico da parte di un’azienda della Valtrompia o se la contaminazione provenga dall’affluente torrente Gobbia che discende da Lumezzane. Quanto sono lontani tempi in cui al Mella si andava per fare il bagno.   
mella_pesci_morti2.jpg mella_pesci_morti2.jpg