Una «Proposta» di gran carisma
di Andrea Alesci

Presentata marted 31 gennaio a Brescia la "Proposta '12" dell'associazione culturale Treatro terrediconfine, che porter nei teatri valtrumplini una carrellata di spettacoli passando da Gian Antonio Stella a Simone Cristicchi

 
Era il 1981 quando in Valtrompia muoveva i primi passi quel piccolo teatro saretino oggi conosciuto in tutta la provincia come associazione culturale “Treatro terrediconfine”. E nella sede di Palazzo Broletto è stata presentata martedì mattina la nuova proposta teatrale che di qui a maggio porterà sui palcoscenici della Valle attori famosi e volti nuovi.
 
Una rassegna che l’associazione di Ponte Zanano ha prodotto di concerto con l’assessorato alla Cultura della Comunità montana sotto la direzione artistica di Fabrizio Foccoli. L’esordio avverrà sulle assi del San Costanzo di Nave venerdì 10 febbraio, quando un pool di attori tra cui Franca Ferrari e Stefania Ghisla metterà in scena “Tra polvere e Sali d’argento”, spettacolo nato dall’idea di dare voce a quanto documentato in alcune lastre fotografiche d’inizio ‘900 scattate ad Aleno, frazione di Marcheno.
 
“Si tratta di uno spettacolo – spiega il direttore artistico Fabrizio Foccoli – già messo in scena lo scorso autunno proprio nel piccolo borgo marchenese e ora riproposto in teatro, con gli attori che cercheranno di far uscire dalla polvere della soffitta, dove sono state ritrovate le vecchie fotografie, la vita della gente di allora, in un viaggio a ritroso nel tempo nel quale si intrecciano elementi storici e suggestioni poetiche”. Uno spettacolo che verrà poi replicato domenica 12 febbraio (treatro di Lodrino), il 26 febbraio (auditorium parrocchiale di Bovezzo) e il 16 marzo (scuola media “Bertussi” di Marcheno).
 
Sabato 11 febbraio, invece, sarà la “casa” del Treatro nello spazio praticabile di via Dante 159 ad accogliere Diego e Marta Dalla Via, che in “Piccolo mondo alpino” raccontano con acre divertimento le contraddizioni di una montagna da cartolina e una montagna reale vissuta da chi la abita nei silenzi di tutti i giorni.
 
Febbraio sarà anche il mese di “Piccole donne… piccoli uomini” (mercoledì 15 nello spazio praticabile di Ponte Zanano), esito del laboratorio condotto da Fabrizio Foccoli e Fabrizia Guerini del Treatro con il Cra di Rovedolo (Centro di riabilitazione ad alta assistenza); venerdì 17 invece a Sant’Andrea “Risorgimento ed emigrazione” sulla storia della nostra Italia con la voce narrante di Gian Antonio Stella, giornalista del Corriere della Sera.
 
Mentre il weekend successivo saranno Villa Carcina e ancora Ponte Zanano a ospitare rispettivamente “Ciarlatown. Acrobazie nel mercato globale” con Claudio Cremonesi e Giorgio Donati (venerdì 24) e “Lo spazio bianco” a cura di Michele D’Aquila, ossia una serata dedicata al binomio cinema/cibo, con due chef che illustreranno le ricette dei più famosi film di “cucina” e degustazioni a seguire (sabato 25).
 
Anticipo di primavera il 2 marzo a Inzino con “Sente us” tratto dall’omonimo libro di Claudio Bedussi, mentre il 9 marzo a Bovezzo correrà indietro nel tempo il treno di “Aut. Un viaggio con Peppino Impastato” e il 23 marzo a Villa Carcina si terrà “Odissea” con Mario Perrotta.
 
Domenica 1 niente “pesce d’aprile”, bensì un altro spettacolo ospitato all’interno del piccolo ma confortevole spazio praticabile di via Dante 149 con il progetto sviluppato da Antonella Berboni “Le fumatrici di pecore”, mentre giovedì 12 aprile saranno i capannoncini al Parco del Mella di Gardone Val Trompia a ospitare “Sosta al castagno”, produzione casalinga di Treatro con una miscellanea di testi div ari autori intorno all’elemento comune della montagna e accompagnati dalla fisarmonica di Davide Bonetti.
 
Venerdì 13 aprile di nuovo a Ponte Zanano con la commedia “Fine famiglia” su testo di Magdalena Barile e venerdì 20 aprile al San Faustino di Sarezzo chiusura riservata a “Li Romani in Russia. Racconto di una guerra a Millanta mila Miglia” con Simone Cristicchi, spettacolo tratto dal poema in versi di Elia Marcelli.
 
“Quella di quest’anno – aggiunge il direttore artistico Fabrizio Foccoli – è una preziosa rassegna che vedrà i palcoscenici della Valle calcati da tanti attori di livello nazionale e altrettanto bravi teatranti locali. Inoltre, abbiamo voluto dedicare uno spazio apposito anche ai più piccoli, allestendo il percorso “Storie… nella Storia!”, spettacoli per bimbi nei luoghi della memoria: il 25 marzo al museo “Le miniere” di Pezzaze e il 6 maggio al museo “I magli” di Sarezzo Stefania Ghisla e Fabrizia Guerini riproporranno il fortunato spettacolo/installazione sulle tematiche del bosco “Clinclinì”; domenica 15 aprile avremo Franca Ferrari al convento di S. Maria degli Angeli a Gardone con “La luna al guinzaglio” e il 22 aprile Gianluigi Pellegrini in “Le forbici di Andersen” al Borgo del maglio di Ome.
 
In allegato la locandina completa di tutte le informazioni e i costi dei vari spettacoli.
 
In aggiunta è possibile consultare il sito web www.treatro.it.
 
Nelle foto, dall'alto in basso: Simone Cristicchi, i protagonisti di "Odissea", Gian Antonio Stella e Gualtiero Bertelli, Stefania Ghisla in "Clinclinì".
treatro_cristicchi_li_romani_in_russia.jpg treatro_cristicchi_li_romani_in_russia.jpg treatro_cristicchi_li_romani_in_russia.jpg treatro_cristicchi_li_romani_in_russia.jpg