Pubblico e privato s'incontrano in rotatoria
di Andrea Alesci

Sabato 17 dicembre l'inaugurazione ufficiale del monumento battezzato dall'amministrazione comunale di Concesio "Albero della pace". Un'opera finanziata dalla concessionaria Fioletti Ford e innestatasi sulla Sp 345

A pochi giorni dall’inverno e nella prima giornata di vero freddo per la Valle è stato inaugurato ufficialmente e benedetto da mons. Dino Osio, parroco della Pieve, il moderno monumento che l’amministrazione comunale di Concesio ha battezzato “Albero della pace”.
 
“Siamo molto contenti – ha ribadito il sindaco Stefano Retali – di essere riusciti a costruire un’opera che è sintesi del lavoro combinato di pubblico e privato. Per questo ringraziamo la signora Graziella Fioletti dell’omonima concessionaria Ford che ha da subito sposato il nostro progetto e l’ha interamente sostenuto dal punto di vista finanziario, oltre ai dovuti ringraziamenti all’assessore provinciale ai Lavori pubblici Maria Teresa Vivaldini, che ci ha sempre appoggiato e ha consentito di erigere l’opera all’interno di una rotatoria inserita sulla trafficata Sp 345. Siamo convinti che questo sia più di un arredo urbano e possa diventare un simbolo importante di pace e un messaggio significativo per tutti gli automobilisti che transitano sulla strada”.
 
Un moderno monumento realizzato con 169 elementi in plexiglas (realizzati da una ditta tedesca) con le sfumature tipiche dell’arcobaleno, sotto al quale campeggia il messaggio “CONdividere la strada della vita”. “Ogni giorno – ha detto Roberto Merli, presidente dell’associazione ‘Familiari vittime della strada’ in Valtrompia transitano mediamente 43.000 veicoli e in tutta la provincia di Brescia i morti in incidenti stradali sono ancora troppi: negli ultimi dieci anni le cifre sono diminuite, ma nonostante tutto in questo 2011 siamo a quota 96. Certo, dal 2005, quando è stata messa questa rotatoria che collega le vie Europa, Sangervasio e Tobagi, in questo tratto della 345 si è verificato un solo incidente. Ora, con questo 'Albero della pace' speriamo di portare fra gli automobilisti, e fra la gente in genere, uno spunto per la riflessione, perché sempre meno vite finiscano sull’asfalto delle nostre strade”.
 
Un monumento costruito dall’impresa edile Marziale Federico, ditta Fogliata di Rovato, Electrofil (parte elettrica) e Alto Garda (parte floreale) che d’ora in poi svetterà nei suoi 2,70 metri d’altezza come monito per tutti i guidatori a ricordare che l’uomo viene sempre prima della macchina.
 
Nelle foto, dall'alto in basso: due scatti dell'inaugurazione del nuovo monumento; l'amministrazione comunale di Concesio al completo, il sindaco dei giovani Francesca Poli, l'assessore provinciale ai Lavori pubblici Maria Teresa Vivaldini e Graziella Fioletti dell'omonima concessionaria.

albero_pace_inaugurazione.jpg albero_pace_inaugurazione.jpg albero_pace_inaugurazione.jpg