Imposte sul reddito al 5%
di Alessandra Pirlo

Cambiano le agevolazioni fiscali per i cosiddetti “Contribuenti minimi”. Dal 2012, l’imposta sostitutiva dell’IRPEF scende dal 20% al 5% del reddito fiscale dichiarato.

 
Per reddito si intende: nell’impresa, la differenza tra ricavi e costi; nelle arti o professioni, la differenza tra compensi e spese.
I soggetti ammessi sono le persone fisiche che iniziano od hanno iniziato, a partire dal 2008, una attività di impresa, professionale o artistica, purchè i ricavi od i compensi non siano superiori a 30.000,00 euro ragguagliati ad anno.
 
Il beneficio normalmente si applica per cinque anni compreso quello di inizio dell’attività e, per i più giovani, anche oltre il 5° anno ma fino al compimento dei 35 anni di età. Non vi sono quindi limiti di età di accesso al beneficio, ma solo limiti di durata.
 
Tre sono le nuove condizioni che si aggiungono a quelle già previste dalla normativa del 2007 per accedere all’agevolazione:
1. non avere esercitato altra attività d’impresa o di lavoro autonomo (anche come socio o collaboratore) nei tre anni precedenti;
2. la nuova attività non deve costituire prosecuzione di un lavoro svolto in  precedenza in qualità di dipendente o lavoratore autonomo. Non costituisce preclusione al beneficio l’aver svolto un periodo di pratica obbligatoria per l’accesso alla professione;
3. se si tratta di continuazione di attività svolta da altro soggetto (es.: acquisto o affitto di azienda), quest’ultima attività non deve aver prodotto nell’anno precedente ricavi superiori a 30.000,00 euro.
 
L’accesso al predetto “regime dei minimi” comporta anche:
- l’esonero dal pagamento dell’IRPEF e addizionali IRPEF;
- l’esonero dal versamento dell’IRAP;
- l’esclusione dagli adempimenti di registrazione, liquidazione, versamento e dichiarazione IVA;
- l’esonero dalla tenuta della contabilità;
- la non applicazione degli studi di settore.
 
Restano obbligatori: il pagamento dell’imposta sostitutiva del 5%, il pagamento dei contributi previdenziali previsti per legge, la conservazione e la numerazione delle fatture di acquisto, la conservazione delle fatture emesse, delle certificazioni dei corrispettivi e degli altri documenti contabili e la presentazione della dichiarazione dei redditi.
 
d.ssa Alessandra Pirlo
alessandrapirlo@sada.bs.it
 
zPirlo.jpg